La macchina comunale di Seregno si rinnova: 23 assunzioni nel 2019

Il sindaco Rossi: "Uno dei risultati che meno si nota ma di cui sono più fiero".

La macchina comunale di Seregno si rinnova: 23 assunzioni nel 2019
Seregnese, 30 Dicembre 2019 ore 17:39

Sono 23 le persone assunte nel corso del 2019 in Comune a Seregno. Lo rende noto l'Amministrazione in una nota che punta ad un bilancio sotto il profilo dell'organizzazione della macchina comunale. Un dato in controtendenza rispetto alla storia recente, per un Comune di Seregno che dal 2000 ad oggi ha visto ridurre la propria dotazione organica di circa novanta unità (mentre la città è cresciuta di 6000 abitanti e la quantità di adempimenti burocratici si è notevolmente appesantita) e che in molti uffici e settori mostra evidenti segnali di fatica per la ridotta disponibilità di personale.

La macchina comunale di Seregno si rinnova: 23 assunzioni nel 2019

Nel dettaglio, sono stati assunti due specialisti amministrativi contabili (uno destinato alle Politiche per la Casa e uno all’Edilizia), quattro specialisti tecnici (assegnati rispettivamente al Servizio Strade, all’Edilizia, all’Urbanistica e al Polo Catastale), nove assistenti amministrativi contabili (assegnati due allo Sportello Attività Produttive, due all’Edilizia, due alla Ragioneria, uno ai Servizi Demografici, uno all’Economato e uno alla Polizia Locale), quattro educatori per l’Asilo Nido comunale, tre agenti di Polizia Locale, uno specialista per il Servizio Comunicazione.

Queste assunzioni compensano non solo le cessazioni dell’anno (tredici i dipendenti in uscita, di cui tre in mobilità per altra amministrazione pubblica, due dimessi volontariamente e otto andati in congedo) ed in parte anche alcuni vuoti che si sono creati negli anni precedenti.

Rossi "Uno dei risultati di cui sono più fiero"

“L’importante piano assunzionale del 2019 è uno dei risultati che meno si nota ma di cui sono più fiero, tra quelli conseguiti quest'anno. La carenza di organico di molti uffici rende talvolta difficile anche l’ordinario. Questa inversione di rotta è dunque un aiuto molto importante per i nostri uffici e per i servizi che riusciremo a erogare per la nostra Città - ha commentato il sindaco Alberto Rossi.
"Considero il risultato conseguito un mezzo miracolo e, nonostante siamo ancora lontani dal colmare il fabbisogno di personale del Comune, tutto ciò sarà difficilmente replicabile nei prossimi anni per i limiti di spesa imposti dallo Stato. Perché nella Pubblica Amministrazione, anche a fronte di un bisogno conclamato di personale, assumere è quasi un'impresa!”

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie