La preside che segue la regola delle “tre U”

Carla Maria Pelaggi è la nuova dirigente dell'Isitituto Comprensivo di via Mazzini a Nova Milanese.

La preside che segue la regola delle “tre U”
Desiano, 23 Settembre 2019 ore 16:24

La preside che segue la regola delle tre U. Carla Maria Pelaggi è la nuova dirigente dell’Isitituto Comprensivo di via Mazzini a Nova Milanese

La preside che segue la regola delle tre U

Da questo anno scolastico è Carla Maria Pelaggi a dirigere l’istituto comprensivo di via Mazzini, che fino a giugno ha avuto un reggente. Laureata in matematica e di natura versatile, seguirà la “regola delle tre U”: umiltà, umanità e umorismo.  Il percorso di crescita degli studenti sarà dunque affidato ad una preside dalla poliedrica esperienza lavorativa.

Ha insegnato matematica e fisica

“Dopo la laurea ho cominciato a lavorare in aziende private e parastatali, fino a che non ho vinto il concorso e sono stata abilitata in varie classi – racconta la neo dirigente – ho insegnato matematica e fisica in scuole di diverso livello, da professionali a istituti prestigiosi, come il Liceo Visconti di Roma”.

Ha nache lavorato al ministero

Dopo l’esperienza scolastica, si è dedicata anche ad altro. “Non sono una persona settoriale, amo spaziare e nell’ambiente scolastico ho curato anche la parte gestionale, ho collaborato con la presidenza, mi sono dedicata all’alternanza scuola-lavoro – spiega Pelaggi – in seguito ho anche lavorato al ministero”.

La mission dell’istituto

Carla Maria Pelaggi ha chiarito la mission dell’istituto: “Le esigenze dei ragazzi sono diverse perché diversa è l’età, ma la finalità è unica, lavorare insieme senza escludere alcun studente”.  Ascoltare è il verbo cardine del suo incarico. “In un mondo in cui non si parla più incentiviamo l’incontro e il confronto – chiarisce la preside – la scuola sarà portatrice di humanitas”. Pelaggi rispetterà il lavoro intrapreso in precedenza, osserverà i propri studenti e inoltre si farà rete tra le varie personalità cardine dei ragazzi.

Collaborazione con tutte le realtà locali

“Collaboreremo con i genitori, con gli enti, le associazioni, il comune e anche con il plesso Giovanni XXIII perché l’obiettivo è uno, formare le generazioni future – ha spiegato la preside – Parafrasando un pensiero di un mio collega, con umiltà, umanità e umorismo, le “tre u” necessarie, auguro buon inizio anno ai miei studenti, alle famiglie e agli operatori. Un grazie alla comunità per la loro disponibilità, alla quale prometto di formare i futuri talenti, da sfruttare e valorizzare”.

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve