Cronaca
Spettacolo

La protesta degli artisti: i ballerini di "Arte e Spettacolo" scendono in piazza

Il flash mob organizzato dall'accademia di Lesmo: "La palestra è un luogo sicuro, fateci riaprire". Lanciato un appello al Comune.

La protesta degli artisti: i ballerini di "Arte e Spettacolo" scendono in piazza
Cronaca Vimercatese, 03 Marzo 2021 ore 10:32

La protesta degli artisti: i ballerini di "Arte e Spettacolo" scendono in piazza. Il flash mob è stato organizzato nella giornata di ieri, martedì 2 marzo, per contestare lo slittamento della ripresa delle attività.

La protesta degli artisti: i ballerini di "Arte e Spettacolo" scendono in piazza

Avrebbero dovuto riaprire i battenti in questi giorni, ma purtroppo il sogno rimarrà tale. Resteranno chiuse fino al 6 aprile le porte di "Arte e Spettacolo", l'accademia di danza, canto e recitazione di Lesmo, con sede in via Caduti per la Patria. I titolari, insieme ad alcuni artisti, sono scesi in piazza ieri, martedì, per protestare contro l'ennesimo rinvio delle attività, ferme ormai dal febbraio dello scorso anno. Dodici mesi di stop forzato che potrebbero costare carissimo all'associazione che solo un paio di mesi fa ha tagliato il traguardo dei 25 anni di fondazione. Una realtà storica per il territorio e per la Brianza, insomma, che il Covid ha messo veramente in ginocchio.

"E' un luogo sicuro, fateci aprire"

A guidare il flash mob, i titolari della scuola, i fratelli Fumagalli, che insieme ad una decina di artisti hanno voluto far sentire la propria voce.

"La palestra è un luogo sicuro, devono farci riaprire - l'appello di Sebastiano Fumagalli, vicedirettore dell'accademia - La tutela della salute è la priorità, ma qui dentro è possibile rispettare tutte le misure di sicurezza: si può fare distanziamento, la sanificazione è garantita e osserviamo tutte le regole anti contagio. E invece ci costringono a tenere chiuso. Abbiamo provato con le lezioni on-line, ma abbiamo bisogno di tornare in palestra. Siamo stati dimenticati da tutti, nessuno pensa al mondo degli artisti: ormai siamo veramente allo stremo, non possiamo più andare avanti in questo modo"

L'appello all'Amministrazione di Lesmo

La protesta è stata anche l'occasione per portare la problematica all'attenzione dell'Amministrazione comunale di Lesmo, alla quale lo stesso Sebax ha voluto lanciare un appello.

"Mi appello al sindaco Roberto Antonioli affinché il Comune ci conceda l'utilizzo del Pala Ilpra per poter svolgere le lezioni e i corsi all'aperto: solo così potremo continuare a lavorare, altrimenti per noi sarà la fine. La struttura al momento viene poco utilizzata, noi potremmo valorizzarla durante i prossimi mesi di bella stagione. Ne avremmo davvero bisogno, perché la situazione al momento è davvero tragica"

Necrologie