La viabilità di Mezzago è pronta a cambiare pelle

Tante le novità annunciate dal sindaco Monti e dal Comandante della Polizia Locale Benedetti.

La viabilità di Mezzago è pronta a cambiare pelle
Vimercatese, 25 Dicembre 2018 ore 10:00

La viabilità di Mezzago è pronta a cambiare pelle. L’Amministrazione comunale ha annunciato una serie di modifiche che verranno realizzate nei prossimi mesi.

L’incontro con la cittadinanza

Mercoledì, nella sala civica della biblioteca, il sindaco di Mezzago Giorgio Monti e il Comandante del Corpo di Polizia Locale Brianza Est Alessandro Benedetti hanno illustrato alla cittadinanza una serie di novità viabilistiche che verranno introdotte a breve termine. La più importante è indubbiamente quella che riguarda via Matteotti, in cui verrà istituito un senso unico: dal numero civico 21 al numero 30 (più 37 e 38) in direzione Est (Busnago), e dal numero civico 40 al numero 50 in direzione Sud (via Gramsci). In aggiunta si procederà con la realizzazione di un percorso pedonale protetto (che prevederà un marciapiede a raso con o senza cordolatura) e di alcuni stalli di sosta su via Gramsci.

“In questo modo andremo a intervenire su una zona del paese che presenta criticità importanti – hanno spiegato il sindaco Monti e il Comandante Benedetti – In particolare siamo di fronte a una carreggiata molto stretta, in cui era difficoltoso il passaggio in contemporanea di due automobili”.

Il secondo intervento riguarderà via della Cooperazione e via Curiel e prevederà la creazione di un senso unico da via Curiel e di un percorso pedonale protetto. Restando in via della Cooperazione, più significativo un terzo intervento.

“Andremo a ridisegnare l’intersezione con via Banfi, in modo da evitare la svolta pericolosa presente al momento”.

Già in atto il quarto provvedimento studiato dall’Amministrazione in collaborazione con la Polizia locale:

“L’intervento riguarda via delle Industrie – spiega Monti – Abbiamo già iniziato i lavori di realizzazione di isole spartitraffico in corrispondenza delle curve e degli attraversamenti pedonali. Andremo inoltre a prolungare la banchina asfaltata per collegare il percorso pedonale con la fermata del bus. Abbiamo anche previsto l’installazione di nuovi dissuasori di sosta, realizzati con materiale plastico più duraturo e facilmente conservabile. I paletti saranno “razionalizzati” e disposti in modo adeguato per il Paese. In ultimo abbiamo implementato il nostro sistema di videosorveglianza. Ci tengo a sottolineare che tutti questi interventi sono reversibili: abbiamo previsto un periodo di sperimentazione di 6/12 mesi, dopodiché vedremo il da farsi”.

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia