Colto sul fatto

Ladro di biciclette arrestato in piazza Roma

E' successo ieri pomeriggio

Ladro di biciclette arrestato in piazza Roma
Monza, 24 Luglio 2020 ore 20:16

Ladro di biciclette arrestato dagli agenti di Polizia locale nel cuore del centro storico di Monza. All’uomo arrestato sono stati contestati altri due episodi.

Ladro di biciclette

E’ stato pizzicato proprio mentre armeggiava con una grossa tenaglia per tagliare la catena che legava una bicicletta alla rastrelliera di piazza Roma, nel cuore del centro storico di Monza. Nel tardo pomeriggio di ieri una pattuglia del «Nost» («Nucleo Operativo Sicurezza Tattica») in servizio in centro ha arrestato un cittadino italiano di 34 anni senza fissa dimora a cui, in seguito sono stati contestati altri due episodi. Uno dello scorso 22 luglio quando in corso Milano aveva appiccato il fuoco a un cumulo di spazzatura sul marciapiede per essere ritirato dal servizio di igiene urbana. L’incendio che si era sviluppato aveva interessato il quadro elettrico di una centralina Enel e un albero, spento grazie all’intervento dei Vigili del Fuoco; l’altro del 10 luglio quando l’uomo aveva rubato una bicicletta parcheggiata in piazza Duomo, tranciandone la catena che la tratteneva alla rastrelliera. Entrambi i reati sono stati ripresi dalle telecamere del sistema di videosorveglianza attraverso cui il personale dell’ufficio di polizia giudiziaria è giunto all’identificazione del soggetto.

L’arresto del ladro

Il ladro di biciclette ha reagito in modo scomposto all’intervento degli agenti. Ciò ha reso necessario l’intervento di altri agenti e della volante della Questura di Monza. Trasportato al Comando di via Marsala, il 34enne è stato fotosegnalato e poi trattenuto presso la camera di sicurezza in attesa del processo per direttissima che si è svolto questa mattina. La sentenza ha previsto l’obbligo di firma presso il Comando della Polizia Locale per circa 5 mesi, sino al processo definitivo.

Il commento dell’assessore Federico Arena

«L’arresto di ieri –ha  spiegato l’Assessore alla Sicurezza Federico Arena – è il risultato di un presidio costante e mirato del territorio. Anche da parte di agenti in borghese. Più sicurezza significa più donne e uomini delle forze dell’ordine sulle strade. Altre ricette non ce ne sono. Purtroppo, però, troppo spesso queste persone a poche ore dall’arresto sono in libertà, nelle condizioni di commettere di nuovo dei reati, magari gli stessi. In questo modo si vanifica il lavoro, difficile e rischioso, delle forze dell’ordine. Servono subito pene certe e più severe».

Biciclette, 25 denunce in sei mesi

Dall’inizio dell’anno l’ufficio di polizia giudiziaria ha raccolto 44 denunce per furti aggravati commessi sulla pubblica via con identificazione di 16 autori dei reati. Di queste denunce 25 sono relative a furti di biciclette. «I presidi fissi effettuati dalla Polizia Locale tutti i giorni nel piazzale antistante la stazione ferroviaria e in via Italia, sono un deterrente per tutti coloro che non rispettano le regole e per chi commette reati, commenta Federico Arena. Tra questi il furto di biciclette è una piaga che cerchiamo di contrastare con attività investigative, utilizzando anche le registrazioni degli impianti di videosorveglianza sia pubblici che privati. Le rastrelliere per le biciclette che abbiamo installato sono le più sicure esistenti sul mercato, ma serve molta attenzione da parte dei cittadini. Anche attraverso l’uso di lucchetti sicuri. Senza dimenticare la punzonatura, cioè l’incisione sul telaio del codice fiscale del proprietario. Un’operazione semplice e veloce che consente, nei casi di ritrovamento della bicicletta, di rintracciare subito il legittimo proprietario e che può essere fatta gratuitamente presso il Comando di Polizia Locale. È importante, poi, che il furto della bicicletta venga denunciato in modo da avviare le attività d’indagine. Dobbiamo far emergere il sommerso perché, spesso, i furti di biciclette non sono neppure denunciati».

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia