Monza

L’ascoltatore su Radio 24 “Al San Gerardo vaccinazioni senza controllo dei documenti”

L'Ospedale: “I controlli vengono effettuati e qualora venissero segnalati casi specifici di comportamenti individuali fraudolenti verranno sicuramente approfonditi per doverosa verifica".

L’ascoltatore su Radio 24 “Al San Gerardo vaccinazioni senza controllo dei documenti”
Cronaca Monza, 29 Gennaio 2021 ore 17:07

Davvero incredibile la testimonianza di un ascoltatore che questa mattina, venerdì 29 gennaio, nel programma condotto da Simone Spetia, “24 Mattino” in onda su Radio 24, ha raccontato “Al San Gerardo vaccinazioni senza controllo dei documenti. Tutto il mio studio, amministrativo privato, si è vaccinato”.

L’ascoltatore su Radio 24 “Al San Gerardo vaccinazioni senza controllo dei documenti”

“Conosco la situazione del San Gerardo di Monza dove sono state aperte delle posizioni per i vaccini ormai tre settimane fa. Il personale che somministrava i vaccini non richiedeva documenti di identificazione, gli spot erano per Medici di Medicina generale e pediatri di libera professione, si è sparsa la voce che non chiedevano documenti e quindi il personale, ad esempio del mio studio amministrativo, studio privato, che non rientra nella fase 1 della vaccinazione è andato là e non essendo stati chiesti i documenti sono stati somministrati vaccini a tutto il personale, parliamo, nel mio studio, di 15 persone”.

Questa la testimonianza dell’ascoltatore trasmessa questa mattina durante la puntata “24 Mattino”, programma condotto da Simone Spetia su Radio 24.

L’Azienda replica: “I controlli ci sono”

E proprio in seguito a questa testimonianza l’Asst di Monza ha diffuso questa mattina un comunicato, che trovate pubblicato qui, in cui il Direttore Generale Mario Alparone ha fatto sapere che: “I controlli vengono effettuati e qualora venissero segnalati casi specifici di comportamenti individuali fraudolenti verranno sicuramente approfonditi per doverosa verifica”.

Il percorso di accesso alla vaccinazione

Alparone ha poi voluto precisare il percorso preciso di accesso alla vaccinazione che viene seguito dall’Azienda socio sanitaria territoriale:
“Dopo aver effettuato la prenotazione su Zerocoda, l’utente si reca all’accettazione e, sulla base di ulteriori liste, fornite dalle aziende o associazioni di categoria dei soggetti abilitati alla prima fase di vaccinazione, si riscontra la corrispondenza tra queste liste e la prenotazione, dopo aver ovviamente richiesto ed ottenuto un documento di identità, ed anche un documento attestante l’appartenenza alle categorie ammesse e la tessera sanitaria necessaria poi per ricevere il certificato di vaccinazione che viene rilasciato immediatamente”.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli