L’Associazione “Livio e Milly Mauri” dona un nuovo macchinario all’Ospedale di Vimercate

Il macchinario donato è già stato installato e collaudato presso gli spazi dell’Endoscopia ed è pronto per l’utilizzo.

L’Associazione “Livio e Milly Mauri” dona un nuovo macchinario all’Ospedale di Vimercate
Vimercatese, 20 Giugno 2019 ore 16:07

Grazie ad una donazione dell’Associazione “Livio e Milly Mauri” di Cambiago, la struttura di Endoscopia dell’Ospedale di Vimercate si è dotata di un nuovo macchinario.

Nuovo macchinario all’Ospedale di Vimercate

Si tratta di una nuova pompa da irrigazione, indispensabile per il buon esito degli esami endoscopici, sia operativi che diagnostici. Nel dettaglio il macchinario permette un lavaggio della mucosa gastrica e colica durante le procedure diagnostiche e questo consente di acquisire immagini migliori.

Il macchinario donato è già stato installato e collaudato presso gli spazi dell’Endoscopia ed è pronto per l’utilizzo.

Il nuovo macchinario donato dall’Associazione

La serata e la donazione

Tremila euro la somma donata: un riconoscimento per una serata, molto apprezzata dal pubblico presente, organizzata a Cambiago, tempo fa, dalla “Livio e Milly Mauri”, con la collaborazione e il contributo degli specialisti endoscopisti dell’Ospedale di Vimercate sulla prevenzione dei tumori del tratta gastroenterico.

L’Associazione, con il suo Presidente Alfredo Canta, accompagnato da un gruppo di volontari ha incontrato il Direttore Generale dell’ASST Nunzio Del Sorbo, che ha ringraziato per il generoso gesto.

Di cosa si occupa l’Associazione “Livio e Milly Mauri”

“Livio e Milly Mauri”, che oltretutto non ha escluso al Direttore Generale una prossima donazione all’Ospedale di Vimercate, ha oggi oltre 250 soci. E’ stata fondata 22 anni fa in memoria del medico condotto Livio Mauri e di sua moglie Milly, entrambi deceduti per tumore e genitori di Alessandro Mauri, già primario della Chirurgia I dell’Ospedale di Vimercate.
L’attività dell’Associazione, dal 1997, è dedicata al trasporto dei malato oncologico presso l’ospedale in cui è in cura e al suo sostegno psicologico e pratico.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia