Parte la rivoluzione: all’orizzonte ci sono i lampioni a led

Un piccolo (ma grande) passo verso l'efficientamento energetico con un risparmio sulle bollette del Comune

Parte la rivoluzione: all’orizzonte ci sono i lampioni a led
Monza, 27 Dicembre 2018 ore 09:06

All’orizzonte c’è un moderno (e risparmioso) impianto al led. Una spesa complessiva di circa 150mila euro per “comprare” quasi 4mila pali della luce di proprietà di Enel Sole presenti sul territorio di Lissone.

Un passo essenziale per poter procedere alla riqualificazione dell’illuminazione pubblica, sfruttando le più moderne tecnologie in ottica di risparmio e controllo del territorio.

Arriveranno i lampioni al led

L’Amministrazione di Lissone ha avviato il procedimento per l’acquisizione degli impianti di illuminazione pubblica di proprietà di Enel Sole sul territorio comunale. Il numero dei “pali” interessati dall’operazione è di circa 3.900 a fronte dei 5mila punti luce dislocati sul territorio comunale.

L’accordo bonario raggiunto fra Comune ed Enel Sole ha permesso di giungere ad un risultato economicamente vantaggioso per le casse comunali, tassello fondamentale per poter poi procedere all’affidamento dell’intera gestione del servizio di illuminazione pubblica.

Il costo dell’illuminazione pubblica grava sulla collettività, per questo motivo è fondamentale lavorare per ridurre eventuali sprechi e per efficientare l’intero sistema – ha spiegato il sindaco Concetta Monguzzi – Inoltre, a fronte di questo iniziale investimento, i tempi di ritorno e di ammortamento possono essere ragionevoli.

La scelta di acquisire i lampioni presenti a Lissone è il frutto di un accurato studio avvenuto fra il 2015 ed il 2016 che ha portato ad un censimento globale della situazione in città.

Il rinnovamento dei punti luce consentirà, fra gli altri vantaggi, anche l’inserimento di luci a led che porteranno dunque a un risparmio energetico e ad una maggior illuminazione del territorio – ha aggiunto Marino Nava, assessore ai Lavori pubblici – Ci siamo impegnati per rendere più efficiente ed ecologica la pubblica illuminazione di Lissone. Questo è un primo, piccolo, traguardo.

Tutti i dati

Dal Documento di analisi dell’illuminazione esterna (Daie) presentato pubblicamente nel 2016 emerge come siano 5.077 i punti luce presenti sul territorio lissonese, per una rapporto fra abitanti (44.943) e punti luce pari a 8,85.

La potenza complessiva installata è di 916,714 kW, con un consumo annuo di energia per illuminazioni pari a 4.543.266 kWh. Le ore medie di accensione dei punti luci in un anno toccano quota 4.200.

Oltre ai 5.077 punti luce, fanno parte della rete di illuminazione pubblica anche i 54 contatori comunali, 9 impianti derivanti da contatori di altre utenze e 63 quadri elettrici per un totale di 5.489 corpi illuminanti.

Gli apparecchi di illuminazione sono al momento per il 70% di proprietà di Enel Sole (3.854), 294 appartengono ad Anas e 1.341 sono già oggi proprietà del Comune di Lissone.

Gli apparecchi di illuminazione sono suddivisi per tipologia di lampada installata: 2.813 hanno funzionamento mediante vapori di sodio ad alta pressione, 2.249 per vapori di mercurio, 178 con vapori con alogenuri, 171 sono lampade fluorescenti e solo 76 mediante tecnologia led.

Sulla base della Legge Regionale relativa all’inquinamento luminoso, sono 1.766 – pari al 32% – gli apparecchi già oggi conformi a quanto prescritto dalla normativa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia