Cronaca
A Cesano Maderno

Lite in strada per un sorpasso, estrae la pistola: agente della Locale denunciato per minaccia

Momenti di forte tensione giovedì in via Friuli al Villaggio Snia tra due automobilisti: uno dei due si è rivolto ai Carabinieri.

Lite in strada per un sorpasso, estrae la pistola: agente della Locale denunciato per minaccia
Cronaca Seregnese, 12 Febbraio 2022 ore 15:00

Momenti di forte tensione giovedì della scorsa settimana in via Friuli al Villaggio Snia a Cesano Maderno, all’altezza dell’incrocio semaforico con via Sicilia.

Lite in strada per un sorpasso, estrae la pistola

In tarda mattinata due automobilisti sono andati ben oltre la «classica» lite verbale, tanto che uno di loro a un certo punto avrebbe estratto una pistola e l’avrebbe scarrellata davanti all’altro. Chi si è trovato di fronte all’arma ha poi raccontato l’episodio alla Tenenza dei Carabinieri, comunicando ai militari anche il numero di targa del veicolo sui cui viaggiava l’uomo con cui aveva avuto poco prima uno screzio. Si è così scoperto che l’automobile appartiene a un agente del Comando della Polizia Locale di Cesano Maderno, che in quel momento non era in servizio.

Agente della Locale denunciato per minaccia

I Carabinieri hanno provveduto a ritirare la pistola in dotazione all’agente, che è stato denunciato per minaccia aggravata dall’uso di armi. Sarà il prefetto a stabilire quando la potrà riavere. Sull’episodio sono in corso accertamenti, indagano i Carabinieri, ma a quanto è stato possibile ricostruire le diatriba tra i due automobilisti sarebbe nata per un sorpasso lungo il rettilineo che taglia il Villaggio Snia e porta alla Nazionale dei Giovi, all’altezza del distributore di benzina. All’incrocio semaforico poco più avanti, complice lo stop forzato dei due veicoli per il semaforo rosso, tra i conducenti, scesi entrambi dall’auto, sarebbero volate parole grosse e a un certo punto uno dei due avrebbe estratto una pistola, presentandosi come esponente delle Forze dell’ordine. Momenti concitati notati anche da alcuni passanti, tanto che qualcuno ha chiamato il 112. Dopo l’accesa discussione, l’automobilista con la pistola è risalito in auto e si è allontanato. Chi invece si è trovato di fronte l’arma, ha percorso qualche centinaio di metri e si è fermato alla Tenenza dei Carabinieri.

In caserma ha raccontato l’episodio appena successo, partendo dal sorpasso e finendo con la pistola che gli sarebbe stata puntata addosso, quindi ha comunicato ai militari il numero di targa del veicolo che si era allontanato. Da controlli a terminale la macchina è risultata intestata a un agente in forza al Comando cittadino della Polizia Locale. I militari, come detto, hanno provveduto a ritirare la pistola all'agente, che è stato denunciato, e ora sarà il prefetto di Monza e Brianza a decidere quando potrà tornarne in possesso. In Municipio sulla vicenda regna il massimo riserbo. La comandante della Polizia Locale, la dirigente dell’area Città sicura Francesca Telloli, e il primo cittadino, Maurilio Longhin, non rilasciano dichiarazioni sull’episodio.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie