Parla il sindaco

Lombardia zona rossa, Allevi “Lo abbiamo saputo tardi. Si poteva fare meglio”

Il primo cittadino ha illustrato anche i dati aggiornati sul contagio: +110 i positivi in città, 408 le persone ricoverate in ospedale, di cui 31 in terapia intensiva.

Lombardia zona rossa, Allevi “Lo abbiamo saputo tardi. Si poteva fare meglio”
Monza, 05 Novembre 2020 ore 09:34

Lombardia zona rossa, Allevi “Lo abbiamo saputo tardi. Si poteva fare meglio”. “Avremmo potuto utilizzare la giornata di oggi (ieri, ndr) e domani per organizzarci”.

Lombardia zona rossa, Allevi “Lo abbiamo saputo tardi. Si poteva fare meglio”

“E così è ufficiale, siamo una delle quattro zone rosse del Paese. Sì, a partire da venerdì 6 novembre però. Peccato che anche noi sindaci lo abbiamo appreso pochi minuti prima della conferenza stampa di stasera (ieri sera, ndr): avremmo potuto utilizzare meglio la giornata di oggi e di domani per organizzarci”.
Sono le parole del sindaco di Monza Dario Allevi a chiusura della conferenza stampa in cui il premier Conte ha annunciato le Regioni rosse, arancioni e gialle. Come si immaginava la Lombardia è rientrata in quelle rosse, ovvero con rischio elevato, e quindi da domani 6 novembre (e non da oggi come si pensava) scatteranno le nuove restrizioni (LEGGI QUI’ TUTTI I DIVIETI)
“Ormai molti locali hanno già chiuso e comunicato ai collaboratori di rimanere a casa, come hanno fatto i negozi con i propri commessi e fornitori. Lo stesso vale per numerosi professori e per le famiglie dei ragazzi di prima e seconda media e tanti altri ancora. Si poteva fare meglio, sicuramente” – conclude Allevi.

I contagi in città

Il primo cittadino monzese, come di consueto, ha fornito anche i dati aggiornati relativamente al contagio in città : “ATS ci ha comunicato che i nuovi contagi registrati in città sono +110 rispetto a ieri (martedì, ndr). Sono 408 le persone ricoverate in ospedale per Covid19 di cui 31 in terapia intensiva”.
TORNA ALLA HOME 
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia