Anpi in lutto

Loris Maconi ricorda Lidia Menapace

La staffetta partigiana è mancata all’età di 96 anni in un ospedale di Bolzano dove era ricoverata da qualche giorno per Covid. Originaria di Novara, era stata varie volte in Brianza.

Loris Maconi ricorda Lidia Menapace
Cronaca Monza, 08 Dicembre 2020 ore 12:19

Loris Maconi ricorda Lidia Menapace. La partigiana è mancata all’età di 96 anni in un ospedale di Bolzano, dove era ricoverata da qualche giorno per Covid. Originaria di Novara, era stata varie volte in Brianza.

Loris Maconi ricorda Lidia Menapace

Lidia Menapace, staffetta partigiana e senatrice della Repubblica, originaria di Novara, si è spenta ieri all’ospedale di Bolzano, dove era ricoverata da qualche giorno a causa del Covid-19. Aveva 96 anni.

“Sono ex prof, ex tante altre cose, ma non ex partigiana, perché essere partigiani è una scelta di vita” usava dire. La ricordiamo a una cerimonia del 25 Aprile di qualche anno fa a Monza, ma anche a Cesano Maderno, Besana…

Sua la prefazione al libro “Piccola Staffetta“, scritto dal besanese Gianluca Alzati, insegnante di Lettere alla scuola media d Cassago Brianza.

Così la ricorda Loris Maconi, presidente dell’Anpi Monza e Brianza.

“Lidia ha avuto un rapporto costante nel tempo non la Brianza. I miei ricordi risalgono ai primi anni ’70. Allora collaborava con il gruppo de” Il Manifesto” e partecipò ad una iniziativa sui temi del femminismo e dei diritti delle donne, temi che , per quei tempi, rappresentavano quasi una assoluta novità.

“Successivamente è stata presente a diversi incontri organizzati dall’Anpi provinciale di Monza e Brianza, ultimo dei quali nel 2015 in occasione della festa provinciale di Besana Brianza. È stata in Brianza per l’ultima volta nel 2018 in qualità di candidata alle europee per il partito della Rifondazione comunista.

“Conserviamo di lei il ricordo di una donna piccola di statura, ma tenace e determinata. Era appassionata al confronto politico, in particolare sui temi della Pace e dei diritti delle donne. Amava trasmettere la sua esperienza ai giovani, con i quali ha sempre avuto innumerevoli incontri. Spesso concludeva con questa frase i suoi incontri “ sono stata ex di tante cose, ma non sono una ex Partigiana perché essere partigiana è stata la scelta di tutta una vita”.

TORNA ALLA HOME PAGE

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità