L’ultraleggero precipitato tra Bellusco e Mezzago resta un mistero

A quasi due giorni dalla segnalazione di un testimone non si hanno tracce del velivolo.

L’ultraleggero precipitato tra Bellusco e Mezzago resta un mistero
30 Maggio 2018 ore 13:58

L’ultraleggero precipitato tra Bellusco e Mezzago rimane avvolto nel mistero. A quasi due giorni dalla segnalazione di un testimone non si hanno notizie del velivolo che sarebbe caduto nei campi attorno ai due comuni. Prende quota l’ipotesi che il velivolo abbia compiuto una manovra non convenzionale e che abbia poi lasciato la zona prima dell’arrivo dei soccorsi.

Nessuna segnalazione di scomparsa

A infittire ulteriormente il mistero c’è la mancata segnalazione di persone o velivoli scomparsi. Le Forze dell’ordine, pur avendo attivato il protocollo di ricerca persona scomparsa in una zona molto ampia, non hanno infatti ricevuto nessuna denuncia in merito. Le ricerche, iniziate nella serata di lunedì e proseguite fino a martedì, si stanno via via esaurendo. Arrivati a questo punto, infatti, difficilmente Carabinieri e Vigili del fuoco non avrebbero trovato il velivolo, considerata la conformazione pianeggiante e agricola della zona. L’ipotesi più probabile è quindi quella secondo cui l’ultraleggero abbia compiuto una manovra azzardata e che abbia poi lasciato l’area in tutta fretta.

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia