L'annuncio

L’Università Vita Salute San Raffaele torna a Cesano Maderno

Il preside: "A Palazzo Arese Borromeo avremo uno spazio dedicato".

L’Università Vita Salute San Raffaele torna a Cesano Maderno
Seregnese, 11 Agosto 2020 ore 19:45

L’Università Vita – Salute San Raffaele torna a Cesano Maderno. L’indiscrezione, circolata nei giorni scorsi nella città dei Borromeo, trova conferma nella lettera che il preside della facoltà di Filosofia, Roberto Mordacci, ha scritto agli studenti: “A Palazzo Arese Borromeo avremo uno spazio dedicato”, l’annuncio.

L’esigenza di nuovi spazi

La decisione del Consiglio di amministrazione dell’Università Vita – Salute San Raffaele di spostare la facoltà di Filosofia a Cesano Maderno è motivata dalla necessità di espandere l’ateneo per dare a tutti la possibilità di seguire le lezioni in presenza in piena sicurezza, nel rispetto delle prescrizioni per limitare il contagio da Covid-19.

Il ritorno alle origini

Il trasferimento della facoltà di Filosofia nel seicentesco Palazzo Arese Borromeo di Cesano Maderno è un ritorno alle origini. E’ qui che la facoltà, allora presieduta dal filosofo Massimo Cacciari, iniziò infatti le sue attività nel 2002 e le portò avanti fino al 2009, quando si spostò a Milano, in via Olgettina, già sede delle altre facoltà dell’ateno legato al San Raffaele. “Da subito, con il trasferimento, potremo utilizzare tutto il Palazzo, incluso il cortile e il loggiato che sovrasta il parco, che si estende alle sue spalle” scrive il preside Mordacci agli studenti.

Il sopralluogo di Massimo Cacciari

La data di inizio del primo semestre è fissata per il 5 ottobre. Le voci sul possibile ritorno dell’Università milanese a Cesano Maderno erano iniziate a circolare nei giorni scorsi, in città, dopo il sopralluogo di una delegazione capitanata dal sindaco Maurilio Longhin, dal suo predecessore, il consigliere regionale Gigi Ponti, e da Cacciari, proprio a Palazzo Arese Borromeo.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia