Cronaca
Desio

Luoghi di aggregazione e locali nel mirino della Questura: intensificati i controlli

Fermati tre tunisini irregolari, di questi uno con la cocaina, l'altro con un coltello. Per tutti è stato emesso il provvedimento di espulsione.

Luoghi di aggregazione e locali nel mirino della Questura: intensificati i controlli
Cronaca Desiano, 05 Maggio 2022 ore 11:33

Luoghi di aggregazione e locali nel mirino della Questura: intensificati i controlli a Desio. Oltre alla Polizia di Stato e del Reparto Prevenzione Crimine, al servizio hanno partecipato anche gli agenti della Polizia Locale. Fermati tre tunisini, uno con una modica quantità di cocaina, l'altro con un coltello: tutti espulsi.

Intensificati i controlli a Desio

In risposta alle segnalazioni e alle esigenze emerse dall’osservazione e controllo del territorio, su disposizione del Questore della provincia Marco Odorisio, personale della Questura di Monza e della Brianza, unitamente ad equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine di Milano, del Comando Polizia Locale di Desio, sono stati intensificati i controlli sia del centro cittadino di Desio, sia le aree verdi, nonché dei locali pubblici.

Espulsione per un tunisino irregolare

In particolare, i controlli sono stati eseguiti in via Volta, via Carducci, via Foscolo e via Verdi. All’atto dei controlli nell’area verde sita all’intersezione tra via Volta e via Carducci un cittadino di origini tunisine del 1998 si è dato alla fuga, ma è stato successivamente bloccato da personale della Polizia di Stato e della Polizia Locale. Il 24enne è risultato essere irregolare sul territorio italiano, pertanto è stato accompagnato all’Ufficio Immigrazione, dove è stato accertato il suo ingresso irregolare sul territorio italiano da circa un anno e pertanto nei suoi confronti il Prefetto di Monza e della Brianza ha disposto il provvedimento di espulsione, che è stato  eseguito dal Questore di Monza e della Brianza con un ordine di allontanamento.

Intervento nei locali pubblici

I controlli non si sono limitati ai luoghi di aggregazione. Sono proseguiti in un locale pubblico dove sono stati individuati altri due cittadini tunisini, entrambi irregolari sul territorio nazionale: uno è stato ritrovato in possesso di una modica quantità di sostanza stupefacente, tipo cocaina; pertanto è stato sanzionato amministrativamente, oltre ad essere stato espulso con un provvedimento del Prefetto, eseguito dal Questore con un ordine di allontanamento; l’altro aveva un coltello a scatto di circa 20 centimetri, con una lama di 9 centimetri. Per la sua presenza irregolare sul territorio anch’egli è stato espulso e allontanato dal territorio nazionale.

I controlli proseguiranno anche in altri centri

I due cittadini tunisini del 97 e del 91 che sono stati fermati  erano entrati sul territorio italiano da circa tre anni, uno era già conosciuto alle forze dell’ordine per falsa attestazione e possesso di sostanza stupefacente. I controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni negli altri comuni della provincia oltre che del capoluogo, nell’ottica di un continuo e costante controllo dei fenomeni di illegalità dei centri cittadini e in particolare dei luoghi di aggregazione.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie