Menu
Cerca
Addio

Lutto a Carnate: gli Alpini perdono il loro capogruppo

Marcello Spialtini, storica guida delle Penne Nere e consigliere provinciale, si è spento nella giornata di ieri

Lutto a Carnate: gli Alpini perdono il loro capogruppo
Cronaca Vimercatese, 25 Marzo 2021 ore 09:05

Lutto a Carnate: gli Alpini perdono il loro capogruppo. Marcello Spialtini, storica guida delle Penne Nere, si è spento nella giornata di ieri, mercoledì 24 marzo 2021, all'età di 72 anni.

Lutto a Carnate: gli Alpini perdono il loro capogruppo

Giorno di lutto per Carnate, che nella giornata di ieri ha detto addio a Marcello Spialtini, 72 anni, storico capogruppo della locale sezione Alpini e padre del consigliere comunale Mauro Spialtini. L'uomo era molto conosciuto in paese, per il quale era un vero e proprio punto di riferimento: disponibile e generoso, si è sempre speso con grande spirito di sacrificio e dedizione in favore della sua comunità. Dal 2013 era la guida delle Penne Nere, di cui ha sempre incarnato spiriti e principi, tanto che anche durante la pandemia il suo gruppo aveva giocato un ruolo fondamentale nel prestare servizio alle esigenze del territorio e alle fasce più deboli della cittadinanza. Una disponibilità che era valsa alla sezione un prestigioso encomio da parte del Comune e anche del senatore Emanuele Pellegrini.

 

Il cordoglio degli Alpini

La notizia della scomparsa di Marcello Spialtini si è subito diffusa negli ambienti degli Alpini, anche a livello provinciale. La sezione di Monza, della quale è stato consigliere per sette anni, ha infatti voluto dedicargli un accorato messaggio di cordoglio.

"Questa mattina l’Alpino Marcello Spialtini è andato avanti - le parole del presidente Roberto Viganò - Capogruppo degli Alpini di Carnate, era Consigliere Sezionale dal 2014. Persona discreta, non ha mai amato farsi notare, ma ha sempre prestato la sua opera con massima disponibilità e grande passione incarnando in pieno il motto “Nec videar dum sim”. Lo ricordiamo presente soprattutto quando, con la sua competenza ai fornelli, c’era da cucinare vuoi per i ragazzi dell’Oratorio di Carnate, vuoi per i disabili dell’Unitalsi a Borghetto S. Spirito, vuoi, come Volontario di Protezione civile, per l’operazione “un pasto caldo per i nostri eroi”. Marcello è un grande Alpino, ma ancor più un Amico vero! A lui il grazie più sincero per la sua presenza, per il suo esemplare spirito di servizio, per il suo modo di fare operoso, senza troppe parole se non quelle di sostegno e di sprone per fare sempre meglio. Purtroppo il nemico invisibile ma terribilmente crudele ce lo ha portato via. A tutti i suoi Alpini, ai suoi famigliari, ma soprattutto alla cara Angela vogliamo esprimere la vicinanza degli Alpini e la speranza di chi crede che Marcello non è morto, ma solo “andato avanti” e rimarrà sempre vivo nella nostra memoria. Ciao Marcello."
Necrologie