Malaria in Lombardia, Gallera: “Profilassi non necessaria”

I casi di malaria registrati in Lombardia nel 2017, 127 a oggi, sono assolutamente in linea con quelli degli ultimi anni

Malaria in Lombardia, Gallera: “Profilassi non necessaria”
06 Settembre 2017 ore 13:40

Malaria in Lombardia, interviene Gallera: nessuna emergenza in Lombardia dopo il caso della bimba morta a Brescia

Malaria in Lombardia

Dopo la morte di una bambina di 4 anni ieri agli Spedali Civili di Brescia, oggi interviene sul caso l‘assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera. La piccola è arrivata ieri a Brescia da Trento già in condizioni disperate.

“Sono molto addolorato per la morte della bambina di 4 anni deceduta ieri per malaria cerebrale” – ha detto Gallera. “Mi preme sottolineare e rassicurare i cittadini lombardi sul fatto che non sussiste alcuna emergenza malaria nella nostra regione“.

Nessuna profilassi in Lombardia

“Nel momento in cui la piccola è arrivata presso il reparto di malattie Infettive e Tropicali degli Spedali Civili – ha spiegato Gallera – nel pieno rispetto della normativa, è stata inviata notifica di malattia infettiva all’Ats. Si evidenzia, inoltre, che non occorre procedere ad alcuna azione di profilassi in quanto la malattia non è contagiosa”.

Numero di casi in Lombardia

“Non vi è alcuna emergenza o pericolo del diffondersi di questa malattia nella nostra regione – ha ribadito l’assessore. Il numero dei casi di malaria registrati in Lombardia nel 2017, 127 a oggi, sono assolutamente in linea con quelli degli ultimi anni (258 nel 2016, 297 nel 2015, 298 nel 2014), e riguardano – ha concluso – esclusivamente viaggiatori che hanno contratto l’infezione in Paesi tropicali”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia