Manzoni tutto esaurito per la lotta alla fibrosi cistica

Sabato sera è andata in scena “Alla ricerca di un sorriso”, la sesta edizione del memorial Stefania Peraboni

Manzoni tutto esaurito per la lotta alla fibrosi cistica
Cronaca 22 Ottobre 2017 ore 19:32

La fibrosi cistica si combatte con il sorriso. Sul palco del teatro Manzoni è andata in scena “Alla ricerca di un sorriso”, la sesta edizione dell’evento in ricordo di Stefania Peraboni. Un’occasione di raccolta fondi a favore della Fondazione per la Ricerca contro la fibrosi cistica (Ffc), di sensibilizzazione su questa malattia, ma anche una serata con comicità, danza, intrattenimento e musica.

L’evento è stato possibile grazie all’impegno di Antonio Alati (Gruppo sostegno Ffc di Seregno), Paolo Faganelli (ambasciatore di Ffc), dei tanti volontari della onlus, di tutti gli artisti che hanno fatto divertire il pubblico a titolo gratuito, del comune di Monza (presente nelle persone di Desirée Merlini, Assessore con delega alle Politiche sociali), di Seregno, di Carate Brianza (rappresentato sul palco dall’assessore alla Cultura Beatrice Rigamonti) e del teatro Manzoni.

L’intero incasso è stato devoluto alla ricerca. Erano presenti Alessandra Bragonzi, responsabile ricerca scientifica Istituto San Raffaele, e Giuseppe Zanferrari, direttore generale della Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica. Questa realtà ogni anno riesce a donare circa 4 milioni di euro alla ricerca per questa malattia.

Memorial Stefania Peraboni lotta fibrosi cistica

Gli artisti

La serata – presentata da Riky Bokor dalla prima edizione – ha visto la partecipazione degli artisti Leonardo Manera, Germano Lanzoni, Luca Lombardo, Carlo Truzzi and Simona, la Compagnia Teatrale San Giovanni Bosco e i ballerindi di BM Dance Company.

Memorial Stefania Peraboni lotta fibrosi cistica

In ricordo di Stefania Peraboni

Stefania Peraboni era una dipendente del Comune di Brugherio morta il 19 marzo del 2013 a causa della sua malattia congenita che non le ha permesso di superare una grave infezione polmonare. Aveva 44 anni, abitava a Brugherio e svolgeva la sua professione di ragioniera presso il Comune, dove lavorava come impiegata.

La ricerca per la fibrosi cistica corre veloce

La fibrosi cistica è una malattia genetica che colpisce una persona su 2.500. In Italia ci sono ben 2,5 milioni di portatori sani. Un tempo le infezioni (soprattutto a livello polmonare) causate dalla fibrosi cistica, come quella che si è portata via Stefania, causavano morte sicura in giovane età. Oggi grazie alle cure e alla ricerca, si riesce a vivere fino a 50 anni e anche più. Sono allo studio nuovi farmaci per combattere le infezioni, si stanno aprendo nuovi spiragli per individuare terapie mirate a correggere quelle alterazioni genetiche che impediscono il normale riassorbimento del muco che si accumula invece negli organi, in particolare nei polmoni, e causa infezioni.

Memorial Stefania Peraboni lotta fibrosi cistica

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità