Meda, la disperazione delle famiglie rimaste senza casa

I residenti: "Vogliamo rientrare al più presto nelle nostre abitazioni, non abbiamo soldi da spendere per alloggiare altrove"

Meda, la disperazione delle famiglie rimaste senza casa
Cronaca 13 Agosto 2017 ore 09:29

Vivono giorni di ansia e preoccupazione le famiglie costrette ad abbandonare le loro case, in uno stabile al civico 16 di via Vignoni dichiarato inagibile per il rischio di cedimento e di crollo. Lo stabilisce un’ordinanza urgente dell’Amministrazione emessa venerdì, a seguito di un sopralluogo dei tecnici comunali e dei Vigili del fuoco del distaccamento di Seregno. Diverse le famiglie costrette a trovare una soluzione alternativa per dormire, presso parenti e amici. Altre sono in vacanza ma sono state avvertite che tutti gli appartamenti sono off limits.

«Vogliamo rientrare al più presto nelle nostre case»

“Vogliamo rientrare al più presto nelle nostre case” commenta uno degli abitanti della corte di via Vignoni, con due bambini piccoli, rimasti all’improvviso in mezzo a una strada. «Mercoledì ci troveremo alle 14 davanti al municipio. Il sindaco ci deve aiutare a velocizzare il nostro rientro a casa». Ha trovato ospitalità dalla cognata, nel comasco: «Siamo stati fortunati ma non possiamo restare qui a vita. Vogliamo rientrare. I lavori di messa in sicurezza erano già in previsione: li facciano mentre noi siamo in casa, non c’è bisogno di sbatterci fuori».

Anche una mamma esprime forte preoccupazione per i tempi necessari ai lavori di messa in sicurezza dell’immobile per poter revocare l’inagibilità: «Non vogliamo che la burocrazia ci tenga a lungo fuori casa. Non abbiamo fatto le vacanze perché non ce lo possiamo permettere: non abbiamo soldi da spendere per stare fuori casa con i nostri bambini piccoli».

Il racconto dell’intera vicenda e le foto sulla prossima edizione del Giornale di Seregno, in edicola da martedì 15 agosto

 

 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità