Meda, ladri sulla tomba della moglie: “Se li becco, gliela faccio pagare”

Rubano per l’ennesima volta i fiori sulla tomba della moglie. Ma il marito Ciro Del Giudice, esasperato, finisce in lacrime e punta il dito: "Se li becco, gliela faccio pagare".

Meda, ladri sulla tomba della moglie: “Se li becco, gliela faccio pagare”
01 Novembre 2016 ore 08:38

Rubano per l’ennesima volta i fiori sulla tomba della moglie. Ma il marito Ciro Del Giudice, esasperato, finisce in lacrime e punta il dito: “Se li becco, gliela faccio pagare”.

E’ l’ennesimo furto registrato tra le tombe del camposanto quello che ha denunciato il medese nel fine settimana. E che conferma ancora una volta la presenza dei ladri persino in un posto sacro come il cimitero. In questo caso a essere prese di mira sono state la lapidi di Maria Grazia Tucci, venuta a mancare tre mesi fa, e dei genitori di lei, Nicola Tucci e Giovanna Cacchio, defunti da più di vent’anni.

Indignato Del Giudice, marito di Maria Grazia, che racconta il triste episodio a ridosso della commemorazione dei defunti: “L’altro giorno, quando sono passato a far visita a mia moglie, mi sono trovato di fronte a una tomba completamente vuota. Mancavano due grandi ciotole di fiori con sottovasi in ceramica che avevo posizionato circa dieci giorni fa. E la stessa cosa è successa dai miei suoceri, dove l’anno scorso hanno rubato persino una statua. Mi stava venendo un infarto, questi comportamenti sono inammissibili”, commenta amareggiato.  

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia