Cronaca

Mensa scolastica, il sindaco di Concorezzo fa chiarezza

Riccardo Borgonovo risponde al segretario del Pd Pietro Brambilla.

Mensa scolastica, il sindaco di Concorezzo fa chiarezza
Cronaca Vimercatese, 24 Ottobre 2018 ore 15:02

Mensa scolastica, il sindaco di Concorezzo fa chiarezza. Riccardo Borgonovo, a tre settimane dalla vicenda che ha coinvolto alcune famiglie concorezzesi, risponde al segretario del Pd Pietro Brambilla.

"Il segretario del Pd ignora parecchie cose, credo volutamente"

Si apre con queste parole il comunicato stampa diramato dal primo cittadino di Concorezzo, che ha voluto fare il punto su una situazione che aveva suscitato più di una polemica.

"Tralasciando le mie considerazioni sull’effettiva conoscenza della problematica da parte del Segretario del PD, tengo a precisare che ad oggi la situazione è nettamente migliorata e che tutti i bambini iscritti frequentano la mensa ad eccezione di un numero esiguo di famiglie che non avendo saldato il debito 2017/2018, hanno ottenuto dalla Direzione Didattica l’esonero ha frequentare il tempo mensa - scrive Borgonovo - Per 7 famiglie sono state trovate soluzioni coinvolgendo i nostri servizi sociali che hanno trovato un accordo direttamente con la ditta SERCAR. Sin dal mese di aprile 2018 l’azienda SERCAR ha informato per iscritto tutte le famiglie insolventi in previsione dell’iscrizione al nuovo anno scolastico e solo in seguito è stata inoltrata un’altra lettera, a firma congiunta della Preside e dell’azienda SERCAR, per la mancata iscrizione del servizio mensa per l’a.s. 2018/19: quindi le famiglie erano pienamente a conoscenza della situazione in corso che riguardava i loro figli. Attualmente tutti i casi segnalati sono sotto controllo".

"Questa Amministrazione ha ampliato le tutele sociali"

"Adottare una linea di rigore è doveroso, ed è equo nei confronti dei tanti che pagano con puntualità - continua il sindaco - L’entità del credito ereditato e la tendenza all’accumulo progressivo di queste somme ci impongono un’azione decisa e continuata. Tutto ciò nella consapevolezza che questa amministrazione non ha solo mantenuto ma ampliato le tutele sociali che garantisco a tutte le famiglie l’accesso a questo servizio. Intendo sottolineare che tutti i cittadini con situazioni economiche non favorevoli sono già esonerati totalmente o parzialmente dal pagamento del servizio mensa. Nei mesi scorsi sono state incontrate tante famiglie non esonerate per capire quali fossero le cause del mancato pagamento e per avviare alcune azioni condivise. In ultima sintesi, il recupero dei crediti si concentra su quei cittadini che possono pagare il servizio e non lo fanno: su questi ultimi la nostra zione sarà inflessibile e costante sia per dovere amministrativo che per rispetto dei cittadini corretti".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie