“Mia moglie è sepolta nel fango”

La straziante denuncia di un pensionato che chiede un intervento al Comune di Agrate Brianza

“Mia moglie è sepolta nel fango”
Vimercatese, 09 Gennaio 2018 ore 08:10

“Mia moglie è sepolta nel fango da due mesi e in Comune nessuno fa nulla”.

Una denuncia e al tempo stesso un grido d’aiuto e di rabbia lanciato attraverso le pagine del nostro Giornale e del nostro sito Internet da un cittadino agratese.

Costretto a piangere la consorte con i piedi nel fango

Guido Cipolla, pensionato, dal 7 novembre scorso, giorno della morte dell’adorata moglie Francesca Ribaudo, è costretto a piangere la consorte con i piedi letteralmente nel fango.

Il campo di recente realizzazione, all’interno del cimitero di via Matteotti ad Agrate Brianza, in cui sono stati sepolti i resti della donna e anche quelli di altri agratesi deceduti di recente, è infatti ancora non del tutto completato.

Manca un vialetto di accesso e, soprattutto, quando piove il terreno si trasforma in un autentico pantano.

Una condizione inaccettabile per il pensionato che rende ancor più strazianti le sue visite quotidiane alla tomba della moglie.

Ma il Comune ha promesso interventi urgenti per rimediare all’inconveniente.

TUTTI I DETTAGLI DELL’ODISSEA CHE STA VIVENDO IL PENSIONATO LI POTRETE TROVARE SUL GIORNALE DI VIMERCATE IN EDICOLA DA STAMATTINA, MARTEDI’

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia