Atti persecutori e maltrattamenti in due in manette

Uno è stato sorpreso a minacciare la ex sotto casa, a Monza, l'altro è stato bloccato dopo che aveva picchiato la moglie

Atti persecutori e maltrattamenti in due in manette
15 Novembre 2017 ore 11:23

Atti persecutori e maltrattamenti: in manette due uomini

Uno è stato sorpreso a minacciare la ex sotto casa. L’altro è stato bloccato all’interno della sua abitazione dopo che aveva picchiato la moglie.

Nei giorni scorsi militari del Norm – Aliquota Radiomobile di Monza hanno eseguito due interventi, in altrettanti episodi, che hanno portato all’arresto di due soggetti per atti persecutori e maltrattamenti.

Minaccia la ex e aggredisce i Carabinieri

Il primo episodio è avvenuto Monza e riguarda un italiano di 30 anni che è stato trovato sotto l’abitazione della ex fidanzata. Dopo aver minacciato verbalmente la vittima, l’uomo si è scagliato contro i carabinieri cercando di colpirli con calci e pugni. La vittima ha formalizzato la querela per atti persecutori poiché costretta a cambiare le proprie abitudini di vita. Ai militari ha raccontato dei maltrattamento continui, andati avanti per oltre un anno.

Picchia la moglie sotto l’effetto di sostanze stupefacenti

Il secondo episodio è accaduto ieri, martedì, e riguarda un soggetto dello Sri Lanka, un 49enne residente a Monza che, in stato di alterazione psicofisica da assunzione stupefacenti, è stato bloccato all’interno della sua abitazione, subito dopo aver percosso la moglie. La donna ha riportato alcune ferite.

Arrestato, ha cercato di aggredire i carabinieri intervenuti. Anche in questo caso la vittima ha denunciato maltrattamenti continuati proseguiti da diverso tempo.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia