Montagnaterapia contro le dipendenze: presentato il programma 2019

Le uscite avranno luogo principalmente in Lombardia, “sconfinando” in qualche occasione anche in Piemonte e in Liguria, fino al mese di dicembre.

Montagnaterapia contro le dipendenze: presentato il programma 2019
05 Marzo 2019 ore 15:01

È stato presentato, presso la sezione CAI di Bovisio Masciago, il programma 2019 di Passaggio Chiave, la rete per la montagnaterapia che utilizza l’escursionismo e le scalate come strumento pedagogico nel percorso terapeutico di persone con problemi di dipendenza. Le uscite avranno luogo principalmente in Lombardia, “sconfinando” in qualche occasione anche in Piemonte e in Liguria, fino al mese di dicembre.

Montagnaterapia per combattere le dipendenze

“Il programma 2019 è stato strutturato alternando uscite semplici e un po’ più impegnative, proponendo in alcuni casi un “doppio binario”. Si tratta di un punto di arrivo intermedio raggiungibile con maggior facilità rispetto all’obiettivo “finale”, in modo da poter consentire ad un maggior numero di persone la partecipazione, dividendo il gruppo che si riunirebbe poi al termine dell’escursione – spiega la dottoressa Rosi Tortorella, responsabile del progetto per ATS Brianza.

Strutture a disposizione

Diverse le strutture di arrampicata messe a disposizione con la medesima finalità. Tra queste  la palestra del CAI di Bovisio Masciago, la parete di arrampicata della Comunità Dianova di Garbagnate Milanese e la Sala boulder della Comunità Il Molino”.

Collaborazioni

Fanno parte di Passaggio Chiave e quindi partecipano al progetto, oltre ad Alpiteam (scuola di alpinismo lombarda), Arca di Como, Dianova Onlus, ATS Brianza, U.O. Dipendenze ASST Monza, Comunità Il Molino, Comunità Il Progetto, U.O. Alcologia e Nuove Dipendenze di Vimercate, U.O.C. Servizi Dipendenze ASST Rhodense, U.O. ASST Santi Paolo e Carlo, U.O.C. Rete Dipendenze ASST Lecco e Cooperativa Sociale Solaris.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia