Monza, arrestato un 17enne per rapina in concorso aggravata

Domenica scorsa, poco dopo mezzanotte, un equipaggio del Commissariato di Monza è intervenuto in piazza Trento Trieste: diversi residenti segnalavano un gruppo di ragazzi molesti

Monza, arrestato un 17enne per rapina in concorso aggravata
Cronaca 20 Giugno 2017 ore 14:03

Monza, arrestato un 17enne per rapina in concorso aggravata. Domenica scorsa, poco dopo mezzanotte, un equipaggio del Commissariato di Monza è intervenuto in piazza Trento Trieste: diversi residenti segnalavano un gruppo di ragazzi molesti. All’arrivo degli agenti del Commissariato di viale Romagna, un richiedente, ha riferito di essere stato aggredito da un gruppo di ragazzi sudamericani. Pertanto, giunti sul posto, gli operanti della volante hanno subito preso contatti con quest’ultimo.

Il racconto del ragazzo

Il richiedente ha riferito che intorno alla mezzanotte si trovava in Piazza Trento Trieste a Monza in sella alla propria bicicletta. Ed è stato proprio nel cuore del centro storico che avrebbe notato un gruppo di ragazzi che conosceva, per la maggior parte sudamericani. Uno di loro, diversi giorni prima, avrebbe preso in prestito un’altra bicicletta di proprietà del richiedente ma non gliel’avrebbe più restituita. Per questo motivo il ragazzo si sarebbe avvicinato a uno del gruppo chiedendogli spiegazioni in merito alla mancata restituzione della stessa. A quel punto uno di loro con in mano una bottiglia di vetro avrebbe cominciato a dimenarla vicino al viso della vittima, M. R. minacciandolo. Lui, sentendosi in pericolo, ha preso in mano il telefono cellulare dicendo ad alta voce che avrebbe contattato le Forze dell’ordine.

Il branco lo accerchia

In quel momento la vittima si sarebbe ritrovato circondato dai tre ragazzi e dagli altri membri del gruppo che gli hanno impedito ogni tentativo di fuga. Il branco ha iniziato a spintonarlo, arrivando a strappargli con violenza il telefono e lo zaino con il quale tentava di ripararsi dai colpi che stava ricevendo.

La reazione della vittima

Con l’intento di difendersi, e dopo essersi rialzato, avrebbe preso la catena antifurto della sua bicicletta e l’avrebbe fatta roteare per allontanare i suoi aggressori. Ma nel farla roteare con vigore, la catena gli è sfuggita dalle mani, finendo contro il volto di T. C. J. M.

Ma poi è spuntato il coltello

A questo punto V.E. ha estratto dalla tasca un coltello da cucina appuntito, con lama seghettata e lunga 13 centimetri circa e lo avrebbe dapprima usato per intimorire la vittima e solo successivamente, dopo essersi avvicinato al ragazzo, lo avrebbe colpito alla mano provocandogli un taglio. Nel tentativo di liberarsi dei suoi aggressori, avrebbe cercato riparo all’interno del bar Pratum Magnum in Piazza Trento Trieste. Ma gli aggressori lo hanno seguito.

L’arrivo della Polizia

Quando gli agenti di Polizia sono arrivati in Piazza Trento hanno immediatamente fatto salire a bordo dell’autovettura di servizio la vittima, con l’intento di intercettare gli aggressori che lo stesso aveva visto fuggire in direzione Via Vittorio Veneto pochi istanti prima. Percorrendo via Vittorio Emanuele di fronte il civico 23, poco prima dell’incrocio con via Carlo Porta, hanno notato un gruppo di ragazzi, prevalentemente con tratti fisici sudamericani, che il richiedente ha subito indicato come i suoi aggressori.

Perquisizioni, denunce e un arresto

Una volta intercettati sono stati perquisiti. Durante la perquisizione, nello zaino di V.E. è stato rinvenuto un coltello da cucina con lama seghettata e appuntita, immediatamente sequestrato. Inoltre D.T., al controllo degli agenti, risultava essere in possesso di due martelletti frangi vetro occultati nel suo zaino e per i quali veniva denunciato a in stato di libertà ai sensi dell’art.4 Legge 110/75. Al termine del controllo, raggiunti dall’equipaggio di un’altra volante e da tre equipaggi della squadra investigativa del Commissariato di Monza, i soggetti in questione sono stati accompagnati all’ 01.15 nel Commissariato di Monza.

Quattro residenti a Monza denunciati in stato di libertà

  • T.C. J. A. classe 1994 in Perù, residente a Monza
  • T.C. J. M. classe 1996 in Perù, residente a Monza
  • Y.Z. J. L. classe 2000, in Perù, residente a Monza
  • H.O. V. E. nato in Perù classe 2001, residente a Monza
  • D. T. F. italiano, classe 2002, residente a Monza

Un arresto

  • V. E. J. M. nato in Repubblica Dominicana classe 1999, residente a Monza

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità