Scampa allo stupro di due stranieri in vacanza

L'agguato dei due stranieri è andato in scena domenica 15 ottobre: la ragazza ha rischiato lo stupro

Scampa allo stupro di due stranieri in vacanza
04 Novembre 2017 ore 08:50

Una monzese di 23 anni è stata aggredita da due stranieri mentre si trovava in vacanza con il fidanzato a Palermo. Ha vissuto una delle esperienze più drammatiche che possano capitare a una donna. Due uomini africani hanno cercato di abusare di lei sotto lo sguardo del fidanzato che è stato massacrato a calci e pugni perché non reagisse.

L’aggressione

L’agguato è andato in scena domenica 15 ottobre mentre la ragazza tornava nell’appartamento preso in affitto nel centro del capoluogo siciliano dopo aver visitato la città.  Era sera tarda e con lei c’era il fidanzato, anche lui monzese, di 24 anni. Le strade erano semideserte e a un certo punto,  la giovane sente dei passi alle spalle. Si volta. Sono due ragazzi di colore. Non sembrano ben intenzionati. Ma passano i secondi e appare chiaro che i due stranieri li stanno seguendo. Allungano il passo. Sono forti, aggressivi. Si dividono. Uno piomba sul fidanzato, gli assesta un calcio così forte da farlo cadere a terra. Il giovane batte la testa sul marciapiede. Ma l’africano non si ferma. Lo massacra di calci e pugni in faccia. Infierisce più volte. La ragazza riesce miracolosamente a divincolarsi, gridando forte, e solo quando i due si allontanano riesce a chiamare le Forze dell’ordine e l’ambulanza. Il fidanzato ha i denti rotti e viene portato in Pronto soccorso mentre i Carabinieri raccolgono la  testimonianza della giovane che è salva.

L’indagine

Sono passate due settimane e i due monzesi non sanno se i due aggressori siano stati intercettati. Forse qualche informazione potrebbero fornirla i fotogrammi delle telecamere vicine al luogo dell’aggressione.

L'intervista esclusiva alla ragazza sul Giornale di Monza in edicola
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia