Musicisti emergenti, il futuro è in un’app

L’idea è proprio quella di creare una community attraverso un’app che permette di scoprire e condividere video musicali.

Musicisti emergenti, il futuro è in un’app
20 Luglio 2018 ore 11:58

Musicisti emergenti. E’ nata Echo, una community per condividere video e contattare gli artisti. Gli utenti sono già a quota 45mila e i video caricati più di 3mila.

Musicisti emergenti: è nata Echo

Stanchi di cantare sotto la doccia, di scrivere grandi canzoni solo in cameretta o di vedere il talento dei vostri amici andare sprecato? E’ arrivata la soluzione. Su Eppela c’è Echo music video social network, un’applicazione social per scoprire e condividere video musicali di artisti emergenti e amatoriali di tutto il mondo. Un progetto ambizioso ma adeguato al cambiamento dell’industria musicale realizzato da un gruppo di laureandi all’Università degli studi di Pavia e da Angelo Fracchioni, che ha finanziato l’idea. Che ora, per un ulteriore sviluppo, è sottoposta al crowdfunding sulla piattaforma Eppela all’interno dell’iniziativa per i progetti che coniugano musica e tecnologia Nastro Azzurro Crowd Wired Edition.

Di cosa si tratta?

L’idea è proprio quella di creare una community attraverso un’app che permette di scoprire e condividere video musicali. Gli artisti potranno così raggiungere nuovi fan, incrementare la propria popolarità e farsi notare da agenti del mercato musicale. Dal canto loro le etichette, i produttori, i manager e i locali hanno un loro spazio riservato dove possono scoprire e poi contattare gli artisti presenti nella community.

Già 45mila utenti e 3mila video

Gli utenti, al momento, sono 45mila e i video caricati più di 3mila. Ma l’intenzione è quella di andare oltre e migliorare i servizi presenti sulle app. A partire da un vero e proprio portafoglio virtuale dedicato ai donatori per arrivare a una serie di funzionalità nuove per aumentare servizi e opportunità sia per le band sia per coloro che fanno attività di scouting.

“Questa – spiega Tommaso Parmigiani, uno dei co-fondatori del progetto – è un’app rivolta ai musicisti, agli appassionati di musica e alle persone che lavorano nel settore musicale. Un’app nata soprattutto per far emergere il talento: secondo alcune statistiche, il 90,7 per cento dei grandi talenti è infatti sconosciuto al grande pubblico e una sera, in un bar, io e l’altro co-fondatore ci siamo resi conto di quanto il mondo abbia bisogno di un’applicazione simile. Un bar sempre desolato, ma quella sera abbiamo aspettato ben venti minuti solo per ordinare due birre al bancone. Cos’era successo? Proprio quella sera stava suonando una band emergente e quel gruppo aveva cambiato il volto del locale da deserto ad affollato. Da lì abbiamo deciso che dovevamo fare qualcosa, un servizio che potesse unire artisti e locali”.

Talenti da promuovere

Per chi contribuisce le ricompense sono di vario tipo. Si va dal ringraziamento pubblico sulla pagina Facebook di Echo all’agenda originale con dedica da parte del team, passando per una serie di Echo Coin in regalo per sostenere ed effettuare donazioni ai propri artisti preferiti presenti sull’app. Al raggiungimento del 50 per cento dell’obiettivo, fissato in 5mila euro entro il 26 agosto, il mentor Nastro Azzurro contribuirà con la restante metà sotto forma di cofinanziamento.
Per saperne di più e per contribuire è possibile collegarsi alla pagina https://www.eppela.com/it/projects/19539-echo-music-videos-social-network

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia