Narcotizza la moglie, la violenta e la mette incinta

I due vivevano da separati in casa. L'uomo è stato condannato a 12 anni di reclusione.

Narcotizza la moglie, la violenta e la mette incinta
Monza, 14 Novembre 2018 ore 08:45

Narcotizza la moglie, la violenta e la mette incinta. L’uomo è stato condannato a 12 anni di reclusione.

Narcotizza la moglie e la violenta

E’ stato condannato a 12 anni di reclusione l’uomo che aveva violentato la moglie con la quale viveva da separato in casa, ottenendo rapporti sessuali dopo averla narcotizzata con dei farmaci utilizzati normalmente per gestire l’ansia o patologie similari.

La violenza sessuale era l’accusa più grave, ma il giudice collegiale non lo ha assolto neppure dalle altre accuse di maltrattamenti in famiglia, lesioni e atti persecutori. Al tempo dei fatti oggetto di contestazione i due coniugi vivevano insieme in un appartamento in città, di fatto da separati in casa dopo che la loro relazione si era deteriorata. L’uomo però non si era rassegnato all’idea che la loro relazione fosse finita ed era pronto a tutto pur di andare avanti insieme. Anche a narcotizzare la moglie, violentarla e metterla incinta per costringerla a restare con lui.

Se non fosse emersa la questione della gravidanza probabilmente gli abusi non sarebbero mai emersi e forse sarebbero andati avanti. A conclusione del processo il giudice collegiale Giovanni Gerosa ha accolto le richieste della Procura di Monza, rappresentata dal pubblico ministero, Carlo Cinque, in 12 anni di condanna. Una vicenda molto dolorosa che si è chiusa dopo anni molto sofferti.

L’articolo completo sul Giornale di Monza in edicola sino a lunedì 19 novembre.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia