12 novembre 2003

Nassiriya: 17 anni non hanno cancellato il ricordo

Commemoriamo i Caduti con le parole che pubblicammo in prima pagina il 18 novembre 2003, Giornata di lutto nazionale.

Nassiriya: 17 anni non hanno cancellato il ricordo
Caratese, 12 Novembre 2020 ore 17:52

Nassiriya: 17 anni non hanno cancellato il ricordo. Una strage che richiamò alla memoria quella dell’11 Settembre e che toccò il cuore di molti brianzoli.

Nassiriya: 17 anni non hanno cancellato il ricordo

Diciassette anni fa si compiva la strage di Nassiriya, che suscitò commozione in tutta la nazione. In Brianza  furono molteplici le manifestazioni di cordoglio per l’Arma dei carabinieri. Protagonisti anche tanti bambini.

Non ci piace la retorica ma non ci piace neppure che una sì grande tragedia passi senza essere ricordata. Lo facciamo con le parole che pubblicammo in prima pagina sul Giornale di Carate il 18 novembre del 2003, quando vennero celebrati i funerali delle vittime in una Giornata di lutto nazionale.

“Oggi lutto nazionale per i 19 morti in Iraq”

“Oggi, martedì 18 novembre, tutta la nazione è in lutto. L’Italia piange la morte di 12 carabinieri, 5 soldati e 2 civili. Nostri connazionali caduti nell’atto terroristico di mercoledì scorso in Iraq. I giorni seguiti all’attentato hanno ricordato un’altra tragedia, quella dell’11 settembre 2001, quando due aerei dirottati da terroristi si sono schiantati sulle Torri Gemelle a New York.

“Da un atto di terrore a un ennesimo atto di terrore. In mezzo, tanto altro sangue versato. Tante lacrime in una escalation che sembra inarrestabile. Dopo aver colpito la nostra forza di pace, il terrorismo ha infatti colpito in Turchia, facendo un’altra strage di vittime innocenti.

“Monsignor Silvano Motta domenica  a Seregno, celebrando la Messa in onore dei Caduti, ha invocato la forza del perdono. Ad essa vorremmo unire la speranza che ci viene dai bambini, dai ragazzi. La loro solidarietà ha commosso noi e gli uomini dell’Arma”.

Le vittime dell’attentato

Chiudiamo ricordando i nomi di chi perse la vita quel giorno. Fra i Carabinieri  perirono Andrea Filippa, Massimiliano Bruno, Giovanni Cavallaro, Giuseppe Coletta, Enzo Fregosi, Daniele Ghione, Horacio Majorana, Ivan Ghitti, Domenico Intravaia, Filippo Merlino, Alfio Ragazzi e Alfonso Trincone. I militari dell’Esercito Massimo Ficuciello, Silvio Olla, Alessandro Carrisi, Emanuele Ferrero e Pietro Petrucci, che scortavano la troupe di Stefano Rolla e il cooperatore Marco Beci; morirono anche Beci e Rolla,  impegnati nelle riprese di uno sceneggiato sulla ricostruzione del Paese. Perirono anche 9 iracheni. 58 persone rimasero ferite.

TORNA ALLA HOME PAGE

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia