‘Ndrangheta, immobili sequestrati a Barlassina

Nel mirino imprenditore 57enne, il provvedimento riguarda anche ingenti disponibilità finanziarie

‘Ndrangheta, immobili sequestrati a Barlassina
31 Maggio 2017 ore 10:31

Immobili sequestrati dalla Dia, insieme a ingenti disponibilità finanziarie a un imprenditore di 57 anni, di origine calabrese ma residente in provincia di Milano, della famiglia Mangeruca. Un provvedimento eseguito dal Centro Operativo della Direzione Investigativa Antimafia di Milano, emesso dal Tribunale di Milano – Sezione Misure di Prevenzione, su proposta formulata dal Direttore della D.I.A., Nunzio Antonio Ferla.

Provvedimento della Direzione distrettuale antimafia

Nel mirino un imprenditore 57enne della provincia di Milano, di origine calabrese, con trascorsi giudiziari per estorsione, favoreggiamento personale e lesioni, appartenente a una famiglia su cui da tempo si è concentrato il lavoro degli investigatori. Il provvedimento di sequestro scaturisce da indagini svolte dalla Direzione Investigativa Antimafia sull’intero patrimonio dell’imprenditore e del suo nucleo familiare, che hanno consentito di acclarare una netta sproporzione tra i redditi dichiarati e gli investimenti effettuati.

Sequestrate tredici unità immobiliari

Il sequestro ha riguardato 13 unità immobiliari – tra appartamenti e box – dislocate tra Cornaredo  e Barlassina, e disponibilità finanziarie per un ingente valore, ancora in corso di quantificazione.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia