Contro le truffe

“Non ti conosco? Non apro! Chiamo il 112” e per ricordarlo nasce l’adesivo

E' la nuova campagna di comunicazione promossa dal Comune di Vimercate in collaborazione con l'Arma dei Carabinieri.

“Non ti conosco? Non apro! Chiamo il 112” e per ricordarlo nasce l’adesivo
Vimercatese, 08 Settembre 2020 ore 14:45

“Non ti conosco? Non apro! Chiamo il 112” e per ricordarlo nasce l’adesivo. Con l’obiettivo di prevenire le truffe nasce la nuova campagna di comunicazione promossa dal Comune di Vimercate in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri.

“Non ti conosco? Non apro! Chiamo il 112”

Questo il messaggio che è stato stampato su adesivo in 3000 copie e che sarà disponibile gratuitamente a Spazio Città, in biblioteca, nelle farmacie comunali e nelle chiese e nei bar del centro cittadino.
Un messaggio che vuole aiutare la fascia di popolazione maggiormente a rischio a ricordare che le istituzioni
sono da sempre vicine agli anziani e alle persone fragili e, nel dubbio, è possibile chiamare il servizio di pronto intervento al 112.

Contro le truffe

L’adesivo che potrà essere applicato in un luogo ben visibile vicino alla porta d’ingresso o al citofono e, di fronte a sconosciuti che chiedono di entrare in casa con motivazioni dubbiose, possa aiutare a ricordarsi di chiamare le Forze dell’ordine anziché aprire la porta esponendosi così ai malintenzionati.

Sartini “Stiamo investendo molto in sicurezza”

“Si tratta di un piccolo accorgimento già adottato anche da altre Amministrazioni e che il Comune di Vimercate ha realizzato per i nostri cittadini in collaborazione con i Carabinieri – spiega il Sindaco Francesco Sartini. Il tema della sicurezza, soprattutto per le persone fragili, è molto sentito e spesso ci si sente insicuri proprio perché non si ha nessuno di fidato su cui contare nel momento del bisogno. Questo adesivo serve proprio a ricordarci che, se siamo di fronte a sconosciuti che vogliono entrare in casa nostra in modo sospetto, è sempre opportuno non aprire e chiamare i carabinieri per segnalare e ricevere indicazioni utili.
Stiamo investendo molto in sicurezza, con l’adozione del nuovo sistema di videosorveglianza urbana, ma non possiamo fare a meno della collaborazione di tutti, e colgo l’occasione per ringraziare l’arma dei Carabinieri, la Polizia Locale e anche i gruppi di controllo di vicinato per il lavoro che stanno facendo per la sicurezza del nostro territorio.”

TORNA ALLA HOME 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia