Emergenza Coronavirus

Nove i decessi a Desio, 85 i ricoverati, 12 i guariti

Comunità in lutto per le vittime "di questa epidemia, un pensiero per chi ce la sta mettendo tutta per farci uscire da questo dramma collettivo".

Nove i decessi a Desio, 85 i ricoverati, 12 i guariti
Desiano, 01 Aprile 2020 ore 13:57

Sono saliti a nove i morti a Desio per Coronavirus, 85  i ricoverati nei diversi ospedali, 12 i guariti o comunque dimessi. Dati che sono stati comunicati dal Comune.

Nove i decessi per Coronavirus

Condoglianze del sindaco a tutti i famigliari delle vittime del terribile virus. I numeri in queste settimane sono purtroppo in crescita ovunque. Intanto, Roberto Corti, martedì ha indossato la fascia tricolore per osservare un minuto di silenzio, davanti al Palazzo comunale, con le bandiere a mezz’asta. Un gesto che ha unito i primi cittadini della Brianza e di tutta l’Italia. Queste le parole di Corti: “Insieme idealmente a tutti i sindaci italiani oggi davanti al palazzo comunale ho osservato un minuto di raccoglimento per esprimere il cordoglio e un ricordo da parte di tutta la nostra comunità alle vittime di questa terribile epidemia. Un pensiero a tutti coloro che ci stanno aiutando, a chi ce la sta mettendo tutta per farci uscire da questo dramma collettivo. Insieme ce la faremo”.

Il sindaco sta contattando tutti i contagiati

Intanto il sindaco in questi giorni sta contattando tutti i contagiati per sentire come stanno e se hanno delle particolari necessità. “Non abbiamo ancora l’elenco completo: possono scriverci una mail o chiamarci allo 0362.3921 in modo che avremo il loro contatto” aveva detto fin dalla scorsa settimana. Diversi i servizi attivati.  Oltre una settantina i negozi cittadini che hanno dato la disponibilità per la consegna della spesa a domicilio. Prorogata fino al 15 aprile la sospensione del parcheggio a pagamento e del disco orario, mentre restano i divieti per la pulizia delle strade. Intensificati i controlli da parte della Polizia Locale. Intanto, l’appello ai cittadini per ridurre il contagio rimane sempre: “State a casa”.

TORNA ALLA HOME 

 

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia