Emergenza Coronavirus

“Ogni mattina telefono ai miei concittadini in quarantena”

A dichiararlo è stato il sindaco di Agrate Brianza Simone Sironi

“Ogni mattina telefono ai miei concittadini in quarantena”
Vimercatese, 27 Marzo 2020 ore 13:20

Ogni mattina telefono ai miei concittadini in quarantena”.

Un bellissimo gesto di vicinanza nei confronti degli agratesi che si trovano in sorveglianza attiva. E’ quello che compie ogni mattina il primo cittadino di Agrate Brianza Simone Sironi insieme all’assessore ai Servizi Sociali Carmela Collia.

A dichiararlo è stato lo stesso sindaco

“In qualità di sindaco, ogni sera, ricevo l’aggiornamento da parte delle Prefettura relativo alle persone che sono positive al virus e/o che sono in sorveglianza attiva – ha sottolineato il primo cittadino Sironi attraverso un comunicato – Anche oggi, purtroppo, si è verificato un incremento: sono 37 le persone positive ospedalizzate o seguite al proprio domicilio, 55 quelle che, invece, sono in sorveglianza attiva perché sono state a contatto con una persona positiva e che, quindi, potrebbero essere state contagiate. Ogni giorno, al mattino, mi occupo personalmente e in collaborazione con l’Assessore ai Servizi Sociali, di telefonare alle persone che sono in sorveglianza attiva: grande è il desiderio di far sentire loro la vicinanza della nostra comunità in questo momento così delicato, e di presentare loro con precisione i molteplici servizi che il nostro comune ha messo in atto per rispondere ad esigenze concrete e per dare un adeguato sostegno psicologico. Di queste giornate faticose questo è il momento più bello, nel quale si costruiscono delle relazioni semplici e vere, solo scambiandosi qualche parola, tante preoccupazioni e, come qualche volta succede, anche notizie rassicuranti che è bene condividere: “questa mattina mio marito, ricoverato in terapia intensiva, si è svegliato. E’ vigile e me l’hanno salutato! Grazie di nuovo per tutto”.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia