Omicidio Bovisio Masciago: trovata l’arma del delitto

I Carabinieri l'hanno ritrovata questa mattina alle 9 a Cesano Maderno.

Desiano, 20 Aprile 2018 ore 10:38

Omicidio Bovisio Masciago: ritrovata l’arma del delitto. Il Revolver calibro 38 è stato trovato a Cesano Maderno.

Omicidio Bovisio Masciago: trovata l’arma del delitto

E’ stata ritrovata la pistola con cui Giorgio Truzzi ha ucciso ieri, intorno alle 13, la moglie Valeria Bufo. I militari della stazione di Varedo, impegnati nelle ricerche, l’hanno ritrovata questa mattina alle 9 a Cesano Maderno, lungo la tangenzialina Sud che porta a Desio. L’arma è stata ritrovata dai Carabinieri tra i rovi, nei pressi del cavalcavia della ferrovia.

L’interrogatorio

Giorgio Truzzi intanto ieri nel tardo pomeriggio è stato accompagnato in caserma a Desio, dove in serata è stato raggiunto dal magistrato Stefania Di Tullio della Procura di Monza. Truzzi, che alle 13 di ieri pomeriggio si era presentato spontaneamente in caserma a Seveso confessando “ho sparato a mia moglie”, davanti al magistrato si è avvalso però della facoltà di non rispondere.

La ricostruzione

Secondo quanto ricostruito fino ad ora dai Carabinieri di Desio e di Seregno che stanno lavorando alle indagini, Valeria Bufo ieri alle 13 stava andando a prendere la figlia 17enne in stazione. Il marito l’ha pedinata a bordo di una Smart fino a quando, approfittando del semaforo rosso lungo corso Italia, è sceso dall’auto aziendale dirigendosi verso la l’Alfa della moglie. Ha aperto la portiera e ha sparato 4 colpi, tre dei quali hanno colpito la vittima al torace, al gomito destro e al gomito sinistro. Poi si è allontanato.

I soccorsi

I primi a soccorrere la donna sono stati alcuni ragazzi che in quel momento stavano lavorando in una ditta poco distante e dopo aver sentito gli spari sono corsi in strada trovando la donna nell’abitacolo, agonizzante. I soccorsi sono stati immediati ma nonostante le manovre di rianimazione siano proseguite a lungo la 56enne è morta in ospedale alle 14.24. Nei prossimi giorni è prevista l’autopsia.

Truzzi non accettava la fine del matrimonio

Valeria Bufo sarebbe stata uccisa perché l’uomo non accettava la fine del loro matrimonio. Un rapporto quello della coppia (che aveva tre figli) che nelle ultime settimane stava naufragando. La donna infatti già da 3 settimane aveva lasciato la casa dove aveva sempre vissuto con il marito nel quartiere residenziale «Altopiano» a Seveso portando con sé la figlia minore. Il rancore del marito in questi giorni sarebbe montato al punto da procurarsi (non si sa ancora come) una pistola di grosso calibro e mettere in atto il suo piano omicida.

E proprio a Seveso dove la coppia viveva c’è sgomento e incredulità per quanto accaduto. Ecco la testimonianza di uno dei vicini di casa.

 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia