Omicidio La Rosa I messaggi della fidanzata a Rullo

Dopo l'omicidio La Rosa la fidanzata del 35enne e Raffaele Rullo, accusato di essere responsabile dell'assassinio, si sono scambiati dei messaggi.

Omicidio La Rosa I messaggi della fidanzata a Rullo
20 Dicembre 2017 ore 16:34

Dopo l’omicidio La Rosa la fidanzata del 35enne Andrea e Raffaele Rullo, accusato di essere responsabile dell’assassinio insieme alla madre, si sono scambiati dei messaggi.

Messaggi dopo l’omicidio La Rosa

Dopo l’omicidio di Andrea La Rosa la fidanzata del 35enne e Raffaele Rullo, accusato di essere responsabile dell’assassinio insieme alla madre, si sono scambiati dei messaggi. I due erano amici da anni e proprio lei, Estella Bellini, aveva presentato il ds del Brugherio all’uomo, accusato di essere l’autore dell’assassinio con la madre, Antonietta Biancaniello.

Confidenze, speranze e un messaggio finale

Estella Bellini aveva confidato a Rullo di temere il peggio per le sorti di Andrea dopo la sua scomparsa. Sperava che si fosse allontanato a causa sua. Il presunto omicida le aveva detto che La Rosa mancava a entrambi e di poter fare affidamento su di lui. Meno di un mese è stato fermato e, dopo l’interrogatorio del gip, resta in carcere (LEGGI QUI). “Ti stanno cercando i carabinieri perché sei l’ultimo che lo ha visto”, recita il penultimo messaggio che la donna ha inviato a Rullo.

Una lunga relazione

La donna ha raccontato che nei sette anni di tira e molla con La Rosa c’erano sempre stati degli alti e bassi. Lei viveva con la figlia, avuta da una precedente relazione, lui con la madre, a Milano. La loro storia ultimamente proseguiva senza intoppi e il 35enne aveva da poco comprato casa. Adesso Estella, tre anni più giovane, non riesce a darsi pace per aver presentato al compagno chi, secondo gli inquirenti è l’autore dell’omicidio. E fino a questo momento non ha potuto vedere il suo corpo, che per le indagini sarebbe stato sciolto nell’acido (LE RIVELAZIONI).

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia