Operazioni dei Carabinieri a Desio, Muggiò, e Paderno: arresti

I militari hanno dato esecuzioni a misure cautelari per diversi reati: possesso di droga ai fini di spaccio, evasione dai domiciliari, possesso di armi bianche e anche atti persecutori. Leggi qui

Operazioni dei Carabinieri a Desio, Muggiò, e Paderno: arresti
28 Maggio 2017 ore 10:23

Operazioni dei Carabinieri tra Desio, Lissone, Muggiò e Paderno Dugnano: arresti. I militari hanno dato esecuzioni a misure cautelari per diversi reati: possesso di droga ai fini di spaccio, evasione dai domiciliari, possesso di armi bianche e anche atti persecutori.

Desio

Il 26 maggio i Carabinieri della Compagnia di Desio hanno eseguito due misure cautelari, una a Desio, l’altra a Lissone. A Desio, i Militari della locale Stazione hanno individuato e fermato D.M. del 77, in esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso il 18 mag 2017 dalla Procura di Monza, dovendo scontare 9 mesi di reclusione per “bancarotta fraudolenta”.

Lissone

A Lissone, quei Carabinieri, hanno eseguito una misura cautelare nei confronti di Z. X. 34enne di origini cinesi, domiciliato a Lissone, celibe, nullafacente, pregiudicato, già sottoposto alla detenzione domiciliare con braccialetto elettronico, in ad un provvedimento del Tribunale di Firenze del 23 maggio dovendo scontare 3 anni e 4 mesi di reclusione per reati contro la persona (tentato omicidio) sequestro di persona a scopo di rapina e violenza e resistenza a P.U. e porto abusivo d’armi.

Paderno Dugnano

I Carabinieri della Tenenza di Paderno Dugnano, la sera del 25 aprile 2017, hanno arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti M. S. 25enne da Bollate, celibe, operaio, pregiudicato. I Militari controllavano predetto, che transitava in quella via Bergamo alla guida del proprio motociclo, e insospettiti dall’atteggiamento nervoso, procedevano alla sua perquisizione personale, trovandolo in possesso di 10 grammi di marijuana, suddivisa in 10 involucri carta stagnola, una dose di hashish e 2 coltelli di piccole dimensioni. L’uomo in relazione i precedenti specifici è stato tratto in arresto e denunciato per guida senza patente poiché mai conseguita e porto abusivo armi bianche.

Muggiò, atti persecutori

Il 24 maggio 2017, i Carabinieri di Muggiò hanno eseguito una misura cautelare nei confronti di S. E. R. pregiudicato 47enne del posto, già sottoposto al divieto di avvicinamento alla persona offesa, in esecuzione dell’ordinanza della misura cautelare in carcere emessa nella stessa data dal Tribunale Monza per “atti persecutori” nei confronti della moglie 43enne.

La vicenda

All’uomo, nel marzo del 2016, era stata notificata l’ordinanza con cui si disponeva l’allontanamento dalla casa familiare con divieto di avvicinamento alla parte offesa, ai suoi prossimi congiunti e dai luoghi da lei maggiormente frequentati a firma del GIP di Monza in riferimento al procedimento instaurato presso la Procura monzese a causa dei reiterati atteggiamenti assunti dallo stesso nei confronti della coniuge che avevano richiesto l’intervento dei Carabinieri, i quali relazionando all’Autorità Giudiziaria hanno cristallizzato la situazione di fatto, giungendo infine all’odierno provvedimento scaturito proprio a seguito della richiesta dell’Arma, susseguente alle reiterate segnalazioni per la violazioni degli obblighi imposti al soggetto che ora è ristretto presso il carcere di Monza.

Di mezzo anche due minori

La vittima coniugata con l’arrestato e che all’epoca con lui conviveva unitamente a due figli minori di 10 e 7 anni, aveva denunciato i maltrattamenti a gennaio e febbraio del 2016. I Carabinieri avevano da subito avviato tutte le procedure per tutelare i fanciulli e la donna, attivando anche i servizi socio assistenziali.

Quindici denunce

Dall’inizio dell’anno l’arma muggiorese ha proceduto a denunciare, per l’odioso reato, 15 persone, eseguendo ben 7 misure cautelari del divieto d’avvicinamento alla vittima, segno di una ferma attenzione sul fenomeno che può trovare riscontro solo quando le parti offese denunciano la condizione di disagio in cui versano.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia