Ospedale di Desio, in Pediatria arriva l’ExpoBox

In funzione una innovativa piattaforma che permette di condividere e distribuire documenti senza essere collegati a Internet

Ospedale di Desio, in Pediatria arriva l’ExpoBox
18 Giugno 2017 ore 09:17

Grazie a una donazione, la struttura complessa di Pediatria e Neonatologia del presidio ospedaliero di Desio della Asst di Monza si è dotata di un ExpoBox, una innovativa piattaforma che permette di condividere e distribuire file e documenti in maniera semplice e veloce su qualsiasi dispositivo mobile (smartphone, tablet, ecc…) senza la necessità di essere collegati a Internet o a cavi di collegamento. Per accedere è sufficiente connettersi alla rete “Reparto Free WiFi”, gratuitamente, seguendo le indicazioni fornite dal personale e senza alcun costo infrastrutturale.

Verso un ospedale senza carta

“Nell’ottica di un ospedale senza carta attraverso questo sistema è possibile consultare regolamenti di reparto, guida ai servizi, informazioni utili durante il ricovero ma anche dopo il ritorno a casa – spiega il direttore generale della Asst di Monza Matteo Stocco – Potendo scaricare il materiale sui propri dispositivi mobili, le informazioni di facile consultazione rimangono a disposizione dell’utente anche dopo le dimissioni. Un passo avanti per andare sempre più incontro alle esigenze di chi è ricoverato e dei familiari, con l’obiettivo in futuro di intrattenere i giovani ospiti”.

Ampio spazio dedicato ai temi inerenti la Pediatria

“Per questo abbiamo voluto dedicare molto dello spazio anche ai temi di prevenzione in campo pediatrico e neonatale, quali Sids (la sindrome della morte improvvisa del lattante), incidenti domestici e cadute, traumi – aggiunge Tiziana Varisco, direttore della Pediatria e Neonatologia del presidio di Desio – Una cartella è stata interamente dedicata al tema molto attuale delle vaccinazioni, perché come professionisti abbiamo il dovere di informare sull’importanza delle vaccinazioni come miglior strategia di prevenzione per malattie gravate da elevata morbilità e mortalità. Dobbiamo modificare le false convinzioni attraverso una corretta informazione rispondendo alle domande e dubbi più frequenti dei genitori con autorevolezza in base alle conoscenze scientifiche attuali. Solo così possiamo contribuire ad aumentare la consapevolezza di quanto sia importante vaccinare”.

Il prossimo step sarà l’estensione dell’ExpoBox

Se al momento sulla piattaforma è caricato materiale informativo, l’idea è quella di estendere l’utilizzo di ExpoBox caricando anche contenuti personalizzati, come fiabe per bambini, video e riviste. “Colgo l’occasione per ringraziare da parte mia, da parte di tutto il personale della Struttura complessa da me diretta e da parte della Direzione strategica aziendale, Tino Perego e l’Associazione Contrada Santi Pietro e Paolo, per il prezioso contributo necessario all’acquisto dei dispositivi”, conclude la dottoressa Varisco.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia