L'iniziativa a Lissone

Il benvenuto ai nuovi nati con un “pacco dono” per le famiglie

Il progetto è reso possibile grazie alla collaborazione tra il Comune, le quattro farmacie comunali e Energie Sociali Jesurum Lab

Il benvenuto ai nuovi nati con un “pacco dono” per le famiglie
Monza, 07 Luglio 2020 ore 10:26

Una iniziativa di benvenuto ai nuovi nati che verrà riproposta anche quest’anno. Ritorna il «Pacco dono», l’iniziativa di welfare promossa grazie alla collaborazione tra il Comune di Lissone ed Energie Sociali Jesurum Lab e resa possibile dalla partnership con le quattro farmacie comunali.

Il benvenuto ai nuovi nati

La consegna del kit avverrà, come sempre, in una delle quattro farmacie comunali del gruppo Lloyds presenti in città. In un’ottica di rispetto dell’ambiente, il corredo sarà assemblato all’interno di zainetti di stoffa, più ecologici e più comodi da trasportare.

La farmacia comunale numero 3 a Lissone
La farmacia comunale numero 3 a Lissone

La proposta del pacco dono sarà attuata senza alcun costo per l’Amministrazione e nel pieno rispetto della privacy, in quanto sarà il Comune attraverso l’Ufficio anagrafe a inviare le lettere ai nuovi nati con le istruzioni per ritirare il kit.

L’iniziativa si inserisce in un contesto di sostegno e supporto alle famiglie in un momento delicato come l’arrivo di un figlio attraverso un gesto di simbolico di “dono” -hanno sottolineato il sindaco Concetta Monguzzi e l’assessore Domenico Colnaghi – Uno zainetto contenente prodotti nursery per accogliere i nuovi nati con un corredo di oggetti utili rappresenta una sorta di benvenuto della comunità lissonese al nuovo cittadino.

Fra i prodotti si trovano prodotti per la nursery, pannolini, creme, salviette, accessori; ma anche prodotti per adulti rivolti al loro benessere personale.

(in copertina l’assessore Domenico Colnaghi – foto di archivio)

ACQUISTA L’EDIZIONE DIGITALE DEL GIORNALE DI MONZA

TORNA ALLA HOME

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia