Parco inclusivo: il taglio del nastro è fissato ma c’è chi ancora non lo rispetta

Sono apparse le prime scritte sui nuovi giochi installati a Villa Raverio (Besana)

Parco inclusivo: il taglio del nastro è fissato ma c’è chi ancora non lo rispetta
Caratese, 12 Gennaio 2020 ore 09:09

Il momento tanto atteso è arrivato. Sarà inaugurato mercoledì 29 gennaio il «Giardino Incantato», il parco inclusivo nato dalla riqualificazione dell’area pubblica di via Matteotti, a Villa Raverio, frazione di Besana. Ma c’è chi ancora non lo rispetta, purtroppo.

Taglio del nastro in arrivo

L’appuntamento è per le 10, con il saluto delle autorità; seguirà la benedizione e il taglio del nastro arricchito da uno spettacolo coreografico.
Alle 10,30 i ragazzi del Centro diurno disabili della frazione accompagneranno i presenti alla scoperta dei giochi inclusivi; per finire, alle 11,45, il rinfresco aperto a tutti.
L’opera è il risultato dell’impegno della cooperativa sociale Solaris, dell’Amministrazione comunale e del Circolo Interprofessionale Architetti, Geometri, Ingegneri, Periti Edili. Non solo, l’intera comunità besanese si è data da fare, a partire dagli studenti. Un’opera importante che, però, continua a non essere rispettata. Dopo gli atti vandalici di fine anno, quando un cartello era stato divelto, nei giorni scorsi sono apparse le prime scritte con lo spray su uno dei nuovi giochi. Si spera che con l’installazione delle telecamere – così come annunciato dal sindaco – gli incivili vengano identificati.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia