Riconoscimento

Parmalat e Fondazione Veronesi sostengono le ricerche della scienziata veduggese

Sara Ciceri è tra i cinque beneficiari della borsa di ricerca sulle malattie onco-ematologiche

Parmalat e Fondazione Veronesi sostengono le ricerche della scienziata veduggese
Caratese, 19 Settembre 2020 ore 15:25

Riconoscimento prestigioso per la ricercatrice veduggese Sara Ciceri. La 34enne scienziata è tra i cinque beneficiari del sostegno economico per la ricerca sulle malattie onco-ematologiche: svolgerà il progetto alla Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano grazie a una borsa di ricerca messa a disposizione da Parmalat, in collaborazione con Fondazione Umberto Veronesi.

La ricerca sui tumori pediatrici

«Già dal liceo ho sviluppato un interesse verso il mondo della scienza e quando durante gli anni di università ho scoperto realmente questo mondo ho capito di volerne fare parte – ha affermato la veduggese – Credo che un ricercatore debba essere sempre onesto intellettualmente e avere un approccio scientifico durante tutto il suo lavoro. Deve quindi evitare di farsi sopraffare dalla volontà di ottenere un risultato, e osservare l’evidenza senza alterarla anche se il risultato sperato non è quello ipotizzato inizialmente. Grazie a questo approccio ci si può trovare davanti ad altre evidenze che prima non si potevano considerare e che possono aprire tematiche interessanti».
L’ambito di riferimento della ricercatrice sono i tumori in età pediatrica, con particolare attenzione al tumore di Wilms.

«Ogni anno in Italia si ammalano di tumore circa mille e 400 bambini da zero a 14 anni e 800 adolescenti (15-18 anni). Il tumore di Wilms è il più frequente tra i tumori al rene dell’infanzia (85 per cento dei casi) e in 3 casi su 4 insorge prima dei 5 anni d’età. La probabilità di guarigione è oltre l’85 per cento. Con questa borsa di studio potrò continuare a studiare anche altri tumori embrionali pediatrici, quali il neuroblastoma, il rabdomiosarcoma e l’epatoblastoma».

Il suo volto sulle confezioni del latte

Con il progetto «Gold for Kids», nel quale rientrano gli studi di Ciceri, la sinergia tra Parmalat e Fondazione Umberto Veronesi ha anche l’obiettivo di promuovere stili di vita sani e di fare informazione sui temi di nutrizione con notizie scientificamente vere, in modo serio, accurato e sempre aggiornato, spazzando via dicerie infondate e false credenze.
Per dare visibilità all’impegno dei ricercatori, Parmalat ha deciso inoltre di personalizzare le confezioni del proprio latte con i volti dei vincitori, quindi anche quello della veduggese, così che quotidianamente milioni di consumatori possano essere consapevoli e riconoscenti verso la ricerca scientifica d’eccellenza.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia