Una partita di calcio per la ricerca contro il tumore al seno

L'iniziativa benefica organizzata dall'associazione "Una vita in rosa"

Una partita di calcio per la ricerca contro il tumore al seno
Monza, 07 Febbraio 2020 ore 09:43

Il motto sarà «prevenire per salvare la vita». Questo l’obiettivo della partita della solidarietà che si terrà il prossimo 7 marzo allo Stadio Brugola di via Dante a Lissone.

A Lissone una partita del cuore

Associazioni, cooperative e tanti volontari sono al lavoro per l’organizzazione dell’iniziativa promossa dall’associazione «Una vita in rosa». La Nazionale Magistrati e la Nazionale Tv si sfideranno a «suon di gol» per una iniziativa dal forte significato simbolico con l’obiettivo di sostenere la ricerca e la prevenzione dei tumori.

«Devo ringraziare l’associazione “Una vita in rosa” per aver dato il via a una rete tra associazioni del territorio – ha sottolineato il sindaco Concetta Monguzzi, che ha partecipato all’evento di presentazione in biblioteca – Giocare a calcio è sicuramente un modo di divertirsi, ma in questo caso assume un valore molto importante: stare accanto alle donne in un particolare momento della loro vita».

Associazioni in pista

Soddisfatto anche l’assessore allo Sport Renzo Perego che ha sottolineato l’importanza dell’associazionismo nel panorama lissonese.

«Il messaggio che vogliamo dare è un messaggio davvero importante: prevenire per salvare le vite – ha spiegato Ivana Maconi, presidente del sodalizio – In tre anni abbiamo garantito oltre 600 visite specialistiche e grazie alle nostre attività due donne hanno potuto scoprire di avere un cancro e di poterlo curare: vogliamo essere mamme, sorelle e amiche di chi si trova in difficoltà e si trova a dover affrontare un percorso non certo facile della vita».

L’evento sportivo sarà organizzato anche grazie alla collaborazione della Pro Loco, dell’associazione «Amici di Lollo Onlus», della Cooperativa Gioele, dell’associazione «Edo-niamo Speranza», della Croce Verde e del Comando dei Carabinieri di via 25 Aprile.

«E’ bello vedere questa grande collaborazione tra realtà che operano nel sociale – ha puntualizzato Emanuela Sironi, presidente di Cooperativa Gioele – E’ importante, nonostante le differenze, fare rete».

Anche i militari dell’Arma hanno fatto sapere che saranno in prima fila per la prevenzione e la tutela della salute.

«Faremo di tutto per rendere indimenticabile questa iniziativa – ha precisato il luogotenente Roberto Coco – Siamo in stretta collaborazione con le tante realtà associative di Lissone e per noi è un orgoglio poter aiutare chi si occupa di sociale».

Ovviamente poi non potranno mancare i tributi sportivi alla Nazionale Magistrati con il giudice Piero Calabrò e della Nazionale Tv con il comico Stefano Vogogna.

Tutte le informazioni

L’attesissima partita della solidarietà organizzata dall’associazione «Una vita in rosa» si terrà sabato 7 marzo allo Stadio Brugola di via Dante alle 15.

I biglietti in prevendita sono già disponibili nelle sedi delle associazioni «Amici di Lollo Onlus» in via Sauro, Pro Loco in piazza Stazione, Cooperativa Gioele in via Buozzi, all’associazione «Edo-niamo Speranza» oltre che nella sede della Croce Verde di Lissone in via Alberto da Giussano.

2 foto Sfoglia la gallery

I biglietti sono in vendita al prezzo simbolico di 5 euro per gli adulti e 2 euro per i ragazzi fino ai 12 anni. L’intero incasso sarà devoluto in beneficenza all’associazione «Una vita in rosa» per l’organizzazione di visite oncologiche, di screening e di iniziative sociali dedicate alla prevenzione del tumore al seno. Per la prenotazione sono a disposizione i numeri di telefono 348/6937908 e 339/4336265 e il sito internet www.unavitainrosa.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA