Pazienti psichiatrici: in 755 senza ambulatorio

Questo il numero degli utenti dell'Area Sud del distretto. Eppure gli spazi (nuovi di pacca) per il servizio del Cps sono disponibili

Pazienti psichiatrici: in 755 senza ambulatorio
Monza, 20 Ottobre 2018 ore 09:08

Un dato impressionante. Ben 435 pazienti lissonesi (il dato è del 2017), affetti da patologie psichiatriche, costretti a una trasferta da Lissone a Carate Brianza.

Questo è il dato allarmante scaturito dalla chiusura dell’ambulatorio del Centro psico-sociale di via Garibaldi (nell’immagine in copertina), trasferito a Carate nel 2010. A fare le spese di questa scelta sono, soprattutto, le famiglie.

Pazienti psichiatrici: un calvario lungo 8 anni

Ma oltre al danno, c’è anche la beffa. In città, e non è un mistero, lo spazio (nuovo di pacca) per il nuovo ambulatorio del Cps ci sarebbe. Si tratta del piano seminterrato della nuova palazzina dell’Ats in via Don Minzoni (nella foto a lato).

La nuova sede dell’Ats

Una questione di personale pare sia stata all’origine della chiusura del servizio in città nel 2010.

Peccato però che al numero degli utenti lissonesi (435) vanno sommati anche i 111 di Biassono, i 74 di Macherio, i 65 di Sovico e i 70 di Vedano.

E il totale dei potenziali pazienti assistiti dall’ambulatorio lissonese (755) è di gran lunga superiore alla somma di quelli dei Comuni dell’hinterland caratese (619).

Lo speciale sul Giornale di Monza in edicola martedì 23 ottobre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia