Menu
Cerca
La storia

Personal trainer fermato dalla pandemia: “L’orto mi ha salvato”

Con la palestra chiusa a causa del Covid, il brioschese Andrea Viganò si è dato alla terra

Personal trainer fermato dalla pandemia: “L’orto mi ha salvato”
Cronaca Caratese, 10 Marzo 2021 ore 15:14

Lui, personal trainer di professione, si è dovuto fermare a causa della pandemia da coronavirus. E’ così che il brioschese Andrea Viganò ha deciso di darsi un’altra possibilità, dedicandosi alla terra.

Dalla palestra alla terra

«Si tratta di un’idea nata con il primo lockdown, quando tutto il mondo sembrava essersi fermato. Cercando un modo per reinventarmi, dato che è da molti anni che “coltivo” questa passione, mi son detto “Perché no”? E così mi sono buttato in una nuova avventura».
Andrea Viganò, trentenne brioschese, ha fatto delle difficoltà dovute alla pandemia da coronavirus un’occasione. Quella di dare vita a un progetto di benessere mentale e fisico legato alla coltivazione di un orto a chilometro zero nel giardino di casa.
Tutto è iniziato lo scorso 20 aprile, quando il giovane brioschese, personal trainer nella palestra «Action Fit» di Carate Brianza, è stato costretto a sospendere l’attività a causa dell’avanzare dell’emergenza sanitaria. Non si è dato per vinto ma ha deciso di cambiare la sua vita, aprendo una pagina web dal nome «Wellness Garden». In questa pagina Andrea Viganò offre utili consigli sulla coltivazione di ortaggi tra le mura domestiche, in giardino o sul terrazzo, riservando una rubrica tutta dedicata al fitness e una sezione per delle gustose e salutari ricette vegetariane legate alla stagionalità dei prodotti. A questa è seguita la nascita della pagina Instagram “Wellness_Garden_”, nella quale è possibile osservare tutti i sui progressi e le novità.
Un’idea innovativa, nata come progetto online, che sta continuando a crescere e a coinvolgere sempre più appassionati, tanto che Andrea ha deciso di allargarsi su un nuovo terreno agricolo sul quale avviare un grande orto. E’ lì che i brioschesi e non solo potranno andare a comprare degli ortaggi naturali e senza pesticidi.

3 foto Sfoglia la gallery

“L’orto mi ha salvato”

«A mio avviso tutti dovrebbero avere un pezzetto di terreno coltivato, così da avere sempre della verdura di stagione disponibile che possa offrir un beneficio costante – ha concluso il Viganò – Quest’attività mi ha salvato nel lockdown. Ho trascorso giornate intere a dedicarmi al mio orto, senza patire lo stare in casa e mi ha fatto pensare meno a tutta la situazione che stavamo vivendo. Questo è il vero segreto dell’orto terapia».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli