Violenza

Picchia la moglie davanti alla figlia di due anni: arrestato

La donna, con evidenti segni degli schiaffi e dei pugni subiti, è stata soccorsa dai Carabinieri

Picchia la moglie davanti alla figlia di due anni: arrestato
Cronaca Caratese, 21 Aprile 2021 ore 09:45

Ha picchiato la moglie davanti alla figlioletta di due anni. Un operaio 26enne, originario del Senegal ma residente a Besana in Brianza, è stato arrestato dai Carabinieri.

Picchiata davanti alla figlia

Attorno alle 20 di lunedì, in seguito a una violenta lite con il marito, una donna senegalese di 29 anni, casalinga, ha trovato il coraggio di prendere il telefono, comporre il “112” e chiedere aiuto ai Carabinieri. Lo ha fatto nonostante la poca conoscenza della lingua italiana: uno sforzo ancora più grande il suo.

L’operatore della centrale operativa dei Carabinieri di Seregno, intuita la gravità della situazione prospettata, ha immediatamente allertato la pattuglia di Besana che, intervenuta sul posto, ha trovato la donna seduta all’esterno della sua abitazione, impaurita. Con lei anche la figlia di 2 anni e  una vicina di casa intervenuta in suo soccorso.

Segni di schiaffi e pugni

La donna, con evidenti segni degli schiaffi e dei pugni subiti, è stata soccorsa e trasferita in codice giallo all’ospedale San Gerardo di Monza. Lì, mentre era in attesa delle cure, i militari, partendo dall’evento di quella sera, hanno capito che quanto accaduto non aveva affatto carattere episodico e, andando a fondo, nonostante le difficoltà linguistiche, è stato appurato che i soprusi fatti di minacce, offese e violenze anche di natura psicologica, andavano avanti da circa due anni, anche dinanzi la loro figlia.

Marito e moglie, entrambi regolari sul territorio nazionale, si erano conosciuti in Senegal; tre anni fa il matrimonio.

Il marito è stato arrestato

Al termine degli accertamenti il marito ha ammesso le sue responsabilità; è stato arrestato per maltrattamenti aggravati e tradotto nel carcere di Monza.

La 29enne è stata invece visita e dimessa con prognosi di tre giorni per “trauma cranico contusivo faccia e naso”.

Necrologie