Pomeriggio d’arte e solidarietà alla Bcc di Barlassina

Concerto d'archi, esposizione delle opere di Longoni e contributo alla ricerca medica.

Pomeriggio d’arte e solidarietà alla Bcc di Barlassina
Seregno, 20 Dicembre 2019 ore 16:17

Pomeriggio d’arte e solidarietà alla Bcc di Barlassina. Concerto d’archi, esposizione di alcune opere (ritratti giovanili) di Longoni e contributo alla ricerca medica.

Domenica dalle 16.30

Natale si avvicina e la Bcc di Barlassina organizza un pomeriggio speciale per questa domenica, 22 dicembre. La banca, con il patrocinio del Comune,  propone un “pomeriggio d’arte”: un concerto d’archi (e non solo) e suggestive colonne sonore, interpretate dal violinista Matteo Fedeli e dal Solo d’Archi Ensemble, faranno da sfondo alla bellezza di alcuni ritratti di Emilio Longoni, tra i quali, per la prima volta a Barlassina, “La piscinina”, una delle opere più iconiche e apprezzate del grande artista barlassinese. In questo contesto troveranno posto anche l’annuale edizione del contributo alla ricerca medica, dedicato alla memoria del presidente Enrico Belloni, del quale ricorrono a breve i 15 anni dalla scomparsa (8 gennaio 2005-2020).

Contributo alla Fondazione Tettamanti

La Fondazione Tettamanti Onlus è parte del centro Maria Letizia Verga, i cui padiglioni si estendono nel complesso dell’ospedale San Gerardo di Monza. La Fondazione è tra le maggiori realtà impegnate a combattere le principali patologie leucemiche e ha il suo braccio operativo nel Centro Ricerca Tettamanti. Per l’edizione 2019 del contributo dedicato alla memoria del presidente Enrico Belloni, la Bcc di Barlassina ha deciso di sostenere, mediante lo stanziamento di 10mila euro, uno specifico progetto di ricerca della Fondazione, denominato “Cellula leucemica e nicchia midollare: un legame da infrangere”. Il progetto mira a completare il percorso per la preparazione di un nuovo protocollo terapeutico finalizzato a bloccare l’insorgenza delle recidive nei giovani pazienti affetti da leucemia.

“La Piscinina” a Barlassina

Saranno nove le opere di Longoni che potranno essere ammirate dai barlassinesi (e non solo). Otto dei ritratti esposti sono di proprietà della Bcc di Barlassina, mentre il nono è “La Piscinina”, esposto per la prima volta in paese grazie alla concessione delle gallerie Maspes di Milano. Sono tutte opere realizzate nei primi 40 anni di vita
dell’artista: un Longoni giovane, preso dalle istanze sociali dell’epoca, ancora lontano dai ghiacciai e dalle lande
quasi metafisiche dell’età adulta. Dalla cooperativa di credito filtra il desiderio che l’evento non venga definito “una mostra” (di cui non ha né i contenuti canonici né l’organicità tematica), ma piuttosto un semplice “spunto di relazione”, capace di coniugare il desiderio di dialogo che esprimono i volti ritratti con la relazione tra persone e bisogni differenti che ogni giorno costituiscono l’ambito di lavoro e lo stile primario di una banca di credito cooperativo.  Le opere dell’artista barlassinese saranno esposte nella sala convegni “V. Citterio” della banca e visibili fino al 2 febbraio nei seguenti fine settimana: sabato 28 e domenica 29 dicembre, sabato 11 e domenica 12 gennaio e sabato 1 e domenica 2 febbraio.