Desio

Ponti (Pd) replica a Corbetta (Lega): "Al PalaDesio attività sportiva limitata, spazi per almeno 10 linee vaccinali"

"Regione Lombardia collabori seriamente coi sindaci. Sarebbe bastata una telefonata al primo cittadino di Desio per chiarire e lavorare insieme”.

Ponti (Pd) replica a Corbetta (Lega): "Al PalaDesio attività sportiva limitata, spazi per almeno 10 linee vaccinali"
Cronaca Desiano, 14 Aprile 2021 ore 19:14

Ponti (Pd) replica a Corbetta (Lega): “Al PalaDesio l’attività sportiva è limitata e  compatibile con gli spazi necessari per almeno 10 linee vaccinali". Risponde così il consigliere regionale del Partito democratico. Corbetta era intervenuto nel pomeriggio affermando che "al palazzetto di Desio gioca il basket Cantù, per questo Regione lo ha scartato come hub" e aggiungendo: "Basta fake news: le seconde dosi per gli over 80 continueranno a Desio fino ai primi di maggio”. Affermazioni che hanno sollevato la reazione immediata del centrosinistra.

Ponti: "Al PalaDesio attività sportiva limitata, possibili 10 linee vaccinali"

"Al  PalaDesio l’attività sportiva, che in questo momento è limitata, è perfettamente compatibile con gli spazi necessari per almeno 10 linee vaccinali".  A puntualizzarlo è stato il consigliere regionale del Pd Gigi Ponti, rispondendo al consigliere della Lega, Alessandro Corbetta, secondo cui il centro vaccinale al PalaDesio non è stato preso in considerazione da Regione Lombardia perché usato per le partite di serie A di basket del Cantù”.

"Non è vera la giustificazione del consigliere della Lega"

Ponti ha poi ricordato a Corbetta: "Vorrei dire  che condividere  le informazioni è sempre utile. Se si fosse collaborato tra amministratori, Regione Lombardia avrebbe evitato di addurre a giustificazione di una scelta non condivisa un fatto non vero. Ancora una volta chiedo a Regione Lombardia che collabori seriamente con i sindaci. Sarebbe bastata una telefonata al sindaco Corti di Desio per chiarire e lavorare insieme”.

Pd Desio: "Non sanno più cosa inventarsi"

Continua il braccio di ferro anche con il Pd di Desio, che, per rimanere in tema sportivo, decreta il "fallo tecnico alla Lega": "Non sanno più cosa inventarsi quindi danno la colpa al Cantù! L’ultimo comunicato del consigliere regionale Alessandro Corbetta ci ha lasciati basiti, ora la colpa della sospensione del PalaDesio è… della Pallacanestro Cantù - così hanno ribattuto dal Partito democratico - Prima il problema era che Desio non aveva spazio per aumentare le linee vaccinali. Poi, quando abbiamo spiegato che le linee, da 9, potevano essere aumentate a 12, hanno detto che non c’era personale sufficiente. Poi, quando abbiamo detto che gli operatori privati che sono stati indirizzati nei nuovi hub vaccinali allestiti ex novo potevano essere indirizzati ugualmente al PalaDesio, hanno tirato in mezzo il basket".

"Cantù gioca al PalaDesio ogni due settimane"

E sull'organizzazione del centro vaccinale: "Le linee di vaccinazione attualmente presenti al PalaDesio sono totalmente distinte dal campo da gioco, per garantire la sicurezza degli anziani da vaccinare e degli operatori così come dei membri delle squadre di basket. Domenica sera Cantù ha giocato la propria partita di campionato al PalaDesio: eppure, come hanno visto le persone che erano con noi a protestare contro l’assurda decisione di Regione Lombardia di chiudere il nostro polo vaccinale, nel pomeriggio di domenica sono state vaccinate molte persone. Cantù gioca una partita in casa e una in trasferta, quindi il PalaDesio è effettivamente “occupato” dalla squadra soltanto un paio d’ore ogni due settimane. L’ultima partita della Serie A di basket si giocherà il 2 maggio 2021: dopo quel giorno, il PalaDesio sarà totalmente libero". Il Pd di Desio chiede risposte, "non altre scuse".
Necrologie