Post Covid, scuole pronte a riaprire

Post Covid, scuole di Monza pronte a riaprire. Illustrato il piano dei lavori per garantire il ritorno a scuola in sicurezza degli studenti

Post Covid, scuole pronte a riaprire
Monza, 24 Luglio 2020 ore 19:12

Post Covid, scuole di Monza pronte a riaprire. Illustrato da sindaco e assessori il piano dei lavori per garantire il ritorno a scuola in sicurezza degli studenti.

Post Covid, i lavori nelle scuole

Il sindaco Allevi con gli assessori Villa e Maffè
Il sindaco Allevi con gli assessori Villa e Maffè

Le scuole della città dopo la chiusura forzata a marzo per l’emergenza Covid, riapriranno le loro porte a un esercito di oltre 7mila studenti. L’obiettivo è fissato per il 14 settembre quando di nuovo suonerà la campanella negli istituti della città. “I fondi sull’edilizia scolastica devono essere usati in tempi record perché il 14 settembre è alle porte”, ha osservato il sindaco Dario Allevi nel presentare il piano sicurezza per le scuole in vista della ripresa delle lezioni per l’anno scolastico 2020/2021. Assieme al primo cittadino c’erano l’assessore a Patrimonio e Opere pubbliche, Simone Villa e l’assessore all’Istruzione, Pierfranco Maffè.  “L’impegno è garantire che i lavori siano eseguiti immediatamente nonostante ci sia di mezzo il mese di agosto – ha aggiunto Allevi  – Le nostre scuole, nella maggior parte dei casi, presentano già caratteristiche compatibili con le regole anti Covid,ma dobbiamo farci trovare pronti quando il Governo darà il via libera definitivo al ritorno in classe. La priorità è garantire la sicurezza di studenti, insegnanti e personale della scuola”.

Post Covid, le risorse per le scuole

L’investimento da destinare a lavori e arredi funzionali alla ripresa delle scuole monzesi è di
520 mila euro (nell’ambito del Pon, il Programma operativo nazionale del Ministero della Pubblica istruzione) per una popolazione scolastica di 7mila e 701  studenti tra scuole primarie e secondarie di primo grado. “Nelle scorse settimane abbiamo condiviso con tutti i Dirigenti scolastici e i loro responsabili della sicurezza un programma di interventi – ha spiegato l’assessore Simone Villa – Abbiamo individuato tre grandi aree di lavori: abbattimento di pareti, spostamento di Lavagne elettroniche e ripristino dei servizi igienici per un investimento complessivo di 150 mila euro. A questa cifra aggiungeremo 250 mila euro per il recupero degli alloggi degli ex custodi e, infine, 120 mila euro per nuovi arredi scolastici”.

L’impegno sui servizi scolastici: mensa, trasporto, pre e post scuola

Prevista, infine, la fornitura di nuovi arredi per un totale di 120 mila euro. “Si tratta di banchi, sedie, tavoli, pareti mobili, barriere che serviranno a completare le dotazioni delle classi e a migliorarne l’uso – ha spiegato l’assessore all’Istruzione, Pier Franco Maffé – Abbiamo iniziato
un confronto con i Dirigenti scolastici per definire le nuove “regole”. Come già fatto per le aule in questi giorni, stiamo mappando i refettori per definirne la capienza massima per mantenere le distanze tra i bambini. Le scuole dovranno aumentare i turni della mensa, introducendo il doppio o, in alcuni casi, il terzo turno. Inoltre, per gestire al meglio i tempi del pranzo, stiamo pensando ad un menù ad hoc. Il servizio pre e post scuola sarà garantito, così come il trasporto scolastico compatibilmente con le indicazioni sulla sicurezza e il distanziamento sociale”.

Lavori per nove milioni

Agli interventi post Covid, si aggiungeranno interventi di edilizia scolastica nell’ambito del Piano dell’opere pubbliche del Comune. Si tratta di cantieri per circa 9 milioni di euro che interesseranno i plessi da settembre alla primavera 2021.

Il servizio completo con l’elenco di tutti i lavori nelle scuole sarà pubblicato sul numero de Il Giornale di Monza in edicola martedì 28 luglio

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia