Menu
Cerca

La lista Liberi e uguali si presenta alla città di Seveso. FOTO E VIDEO

Pranzo con il candidato alla presidenza regionale Onorio Rosati

La lista Liberi e uguali si presenta alla città di Seveso. FOTO E VIDEO
Cronaca Seregnese, 21 Gennaio 2018 ore 16:06

La lista Liberi e uguali si presenta alla città di Seveso. Pranzo con il candidato alla presidenza regionale.

pranzo lista Liberi e uguali

L’evento

La lista Liberi e uguali si presenta alla città di Seveso. Pranzo con il candidato alla presidenza regionale.
La lista di Pietro Grasso si autofinanzia. Al ristorante ‘Fuori Orario’ di Baruccana, il partito si è autofinanziato e si è presentato ai cittadini. Presenti all’evento il candidato alla presidenza regionale Onorio Rosati, la senatrice Lucrezia Ricchiuti e Giorgio Garofalo, presidente del Consiglio Comunale di Seveso e coordinatore provinciale, oltre che candidato e capolista per LeU.
“Presenteremo un programma di discontinuità rispetto agli ultimi operati del centro destra – spiega Rosati – Faremo la nostra battaglia su temi precisi, in primis la sanità. Siamo infatti contrari alla legge 23, così come al Jobs Act. Nel campo della scuola le risorse sono passate dal pubblico al privato. Per noi sarà importante investire nella scuola pubblica. In più sarà fondamentale investire nell’ambiente. La Lombardia è la regione più inquinata d’Italia, si può lavorare per un’economia ecologica senza puntare sugli impianti termovalorizzati”.  Sul Pd: “Con loro c’erano troppe differenze. Loro hanno provato a portare via l’elettorato di centro e centrodestra, noi invece vogliamo recuperare gli elettori di sinistra”.
Garofalo: “Siamo un gruppo unito, con molta voglia di fare, possiamo fare bene in questa campagna elettorale con rispetto e confronto per tutti. Purtroppo sembra di vedere troppi partiti che preferiscono puntare il dito contro altri anziché portare proposte. Noi ci differenzieremo anche per questo. Un’alleanza col Pd? Sarebbe stata incoerente. Sarebbe stato complesso a livello regionale allearsi con Gori che ha posizioni molto distanti. Se poi la destra dovesse vincere non sarà per un’alleanza mancata” LeU ha nel frattempo protacollato avanti la raccolta firme, raggiungendo il numero in 8 province brianzole.
Necrologie