Operazione dei Carabinieri

Presa la banda che assaltava gli autotrasportatori: cinque arresti

Operazione dei Carabinieri della Compagnia di Cassano d’Adda. In carcere sono finiti cinque soggetti rumeni.

Cronaca 09 Febbraio 2021 ore 13:06

All’alba di oggi, martedì 9 febbraio, i Carabinieri della Compagnia di Cassano d’Adda, con la collaborazione della Compagnia Intervento Operativo del 3° Reggimento “Lombardia”, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Milano, nei confronti di 5 rumeni, ritenuti responsabili di furto aggravato, rapina aggravata e ricettazione in concorso.

Assaltavano gli autotrasportatori: presa la banda

L’attività investigativa, condotta dalla Sezione Operativa della Compagnia di Cassano d’Adda, è iniziata dopo una rapina con uso di armi avvenuta il 31 agosto 2020 a Basiano, all’esterno di uno stabilimento logistico, ai danni di un autotrasportatore in sosta. Durante la rapina erano state asportate decine di confezioni di olio per motore, per un valore di circa 30mila euro.

L’attività investigativa, coordinata dalla Procura di Milano, ha consentito di individuare un gruppo criminale costituito da 13 indagati, di cui 8 già tratti in arresto (7 dei quali tuttora ristretti) e 5 destinatari dell’odierno provvedimento, residenti a Milano, Pioltello e Cassano d’Adda, dediti in maniera sistematica alla commissione di furti e rapine ai danni di autotrasportatori in sosta presso le aree industriali delle province di Milano, Monza Brianza e Bergamo ed alla ricettazione della refurtiva.

Grazie all’incessante lavoro degli inquirenti ed allo sviluppo di attività anche di natura tecnica, i Carabinieri hanno ricostruito tra l’agosto e l’ottobre 2020 il coinvolgimento degli indagati in furti ai danni di autoarticolati in sosta e 3 rapine a mano armata nei confronti degli autisti che hanno sorpreso i malviventi durante le fasi dei furti; in due occasioni, le vittime sono state sequestrate dai rapinatori e rilasciate dopo il prelievo dell’intero carico in un’area industriale di Liscate.

Due diverse operazioni

Durante le indagini sono state condotte due diverse operazioni: il 15 settembre 2020 i militari hanno fermato per ricettazione a Segrate un 22enne rumeno, alla guida di un furgone contenente case e monitor per pc del valore commerciale di oltre 600mila euro, oggetto di una rapina consumata nella notte a Cavenago di Brianza ai danni di un autotrasportatore. Il 3 dicembre 2020 invece, a Milano e Settimo Milanese, gli inquirenti hanno proceduto al fermo per rapina aggravata e ricettazione di 7 stranieri (4 rumeni e 3 ecuadoriani), responsabili della rapina ai danni di un autotrasportatore a Treviglio e della relativa ricettazione dei beni sottratti e di ulteriore refurtiva (elettrodomestici e componenti informatiche) per un valore complessivo di oltre 110mila euro rinvenuti in un capannone di Settimo Milanese, base logistica del gruppo criminale.

Il provvedimento odierno nasce dalle responsabilità accertate nei confronti di 5 membri del gruppo in ordine alla loro partecipazione, a vario titolo, nella rapina aggravata del 15 settembre 2020 a Cavenago di Brianza e nel furto ai danni di un autoarticolato in sosta il 30 ottobre 2020 a Liscate.

Al termine delle operazioni, gli arrestati sono stati associati alla casa circondariale di Milano San Vittore a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli