Cronaca
Cavenago Brianza

Presi con mezzo chilo di eroina

Arrestati due marocchini acciuffati dai carabinieri al casello dell'autostrada; nel tentativo di fuggire hanno anche speronato un'auto.

Presi con mezzo chilo di eroina
Cronaca Vimercatese, 07 Aprile 2022 ore 07:47

Hanno speronato l'auto che lo precedeva e hanno tentato la fuga. Sono però stati fermati e arrestati. Sull'auto su cui viaggiavano c'era mezzo chilo di eroina.

Arrestati due marocchini

E' accaduto attorno alle 20 di martedì. Un’auto è stata bloccata dai carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Vimercate nella corsia della casse automatiche dell'uscita di Cavenago Brianza dell'autostrada A4 . A finire in  manette sono stati due marocchini, un 31enne ed un 25enne, con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, resistenza a Pubblico Ufficiale e danneggiamento.

Il blitz dei carabinieri al casello

Nella prima serata di martedì i carabinieri, nell’ambito di predisposto servizio per la prevenzione dello spaccio di sostanze stupefacenti presso il casello autostradale di Cavenago di Brianza dell’’A4,  hanno visto arrivare un'auto con due soggetti sospetti e si sono posizionati per fermarla proprio all’interno della corsia delle casse automatiche.

Ha speronato un'altra auto nel tentativo di fuggire

Il conducente della Ford Focus, vistosi accerchiato, non ha esitato ad ingranare la marcia.  Ha quindi speronato violentemente l'auto che lo precedeva facendola finire oltre la sbarra del casello. Un tentativo disperato che non gli è però servito per evitare di essere  fermato dai carabinieri grazie alla manovra tempestiva di un militare che, alla guida di un ulteriore veicolo, si è posizionato di traverso alla carreggiata, oltre le barriere, bloccando il passaggio.

Mezzo chilo di eroina per un valore di oltre 20mila euro

Gli uomini dell'Arma hanno così potuto bloccare il conducente della Focus e il passeggero. L'immediata perquisizione del veicolo ha consentito di rinvenire ai piedi del sedile del passeggero un panetto di droga, rivelatasi poi eroina, dal peso di circa 500 grammi. La droga, se immessa nelle piazze di spaccio, avrebbe sfruttato oltre 20mila euro.

A casa trovati 1.500 euro in contanti

I due nordafricani sono stati subito tratti in arresto e portati al Comando Compagnia di Vimercate per essere sottoposti ad ulteriori controlli. E' infatti emerso che entrambi erano gravati da numerosi precedenti per reati connessi nell’ambito degli stupefacenti. I carabinieri hanno quindi deciso, nel cuore della notte, di trasferirsi in un'abitazione di Vigevano dove entrambi risultavano domiciliati, per procedere con una perquisizione dell'appartamento. E qui hanno rinvenuto  1.500 euro circa in contanti, ritenuti provento dell’illecita  di spaccio.
I due, dopo aver passato la notte nelle camere di sicurezza della caserma dell’Arma, ieri mattina, mercoledì, sono stati accompagnati al tribunale di Monza dove, a conclusione dell’udienza, dopo la convalida dell’arresto, sono stati trasferiti in carcere.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie