Preso il gruppo criminale che riforniva di droga il nord della Brianza: 11 arresti

A capo c'erano due fratelli. L'attività investigativa iniziata nel 2018.

Preso il gruppo criminale che riforniva di droga il nord della Brianza: 11 arresti
Caratese, 11 Febbraio 2020 ore 13:36

Preso il gruppo criminale che riforniva di droga il nord della Brianza: 11 arresti. A capo c’erano due fratelli. L’attività investigativa iniziata nel 2018.

Preso il gruppo criminale che riforniva di droga il nord della Brianza: 11 arresti

Emergono ulteriori dettagli a seguito della conferenza stampa dei Carabinieri relativamente all’operazione in corso dalle prime ore del mattino, volta a disarticolare un pericoloso gruppo criminale dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti nell’area nord di Monza. L’operazione dei militari della Compagnia di Monza – coordinati dalla locale Procura della Repubblica – ha interessato in particolare i comuni di Biassono, Macherio, Triuggio, Sovico, Albiate e Carate.

Sono stati eseguiti 11 provvedimenti cautelari – emessi dal G.I.P. del Tribunale di Monza – nei confronti di altrettanti soggetti di nazionalità italiana, tutti residenti in Brianza.

L’indagine

L’attività investigativa, che ha avuto inizio sul finire del 2018 proprio per far fronte al fenomeno dello spaccio nella Brianza, è stata condotta prevalentemente attraverso strumenti investigativi tradizionali (servizi di osservazione e pedinamento, individuazioni fotografiche supportate da attività di intercettazione). Attraverso un’accurata analisi dei movimenti dei soggetti, sono state verificate le abitudini comuni, individuate le fonti di approvvigionamento e i contatti, accertando come gli interessati, tutti residenti in Brianza, fossero responsabili dell’immissione di stupefacenti nel nord della Brianza.

Due fratelli a capo del gruppo

L’attività, sviluppata dopo l’arresto in flagranza di reato per possesso di sostanza stupefacente di un soggetto, ha permesso di raccogliere
importanti indizi di reità e di individuare il canale di approvvigionamento, gestito da due fratelli, di 31 e 37 anni.

Nel corso dell’indagine sono stati tratti in arresto in flagranza 3 soggetti e sequestrati, tra l’altro, circa 250 grammi di cocaina e 20 grammi ecstasy (MDMA).

Impossibile uscire “dal giro”

Ogni sodale aveva compiti ben delineati e operava sotto lo stretto controllo dei due fratelli, controllando, spesso anche con metodi violenti, intere aree di spaccio. Una volta entrati “nel giro” era quasi impossibile uscirne: eclatante il caso, nel gennaio del 2019, di uno dei componenti del gruppo che aveva deciso di tirarsi fuori e proprio per questo speronato in auto dopo un inseguimento e malmenato.

Durante la notifica dei provvedimenti sono state effettuate anche numerose perquisizioni domiciliari.

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve